Protesta dei lavoratori Strada dei parchi: sbloccate l’autorizzazione vogliamo lavorare e mettere in sicurezza

Hanno protestato stamane all’uscita del casello autostradale di valle del Salto (A 24) i dipendenti di Toto Costruzioni concessionaria, attraverso Strada dei parchi spa, dei tronconi autostradali abruzzesi (A24 e A25). I lavoratori chiedono urgentemente al ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, di sbloccare l’autorizzazione a far partire i cantieri per garantire anche il futuro lavorativo di tutte le maestranze e per la messa in sicurezza sismica delle autostrade. 

“Ai dipendenti interessa portare a casa lo stipendio, visto che stanno lavorando ed alcuni anche all’estero” è scritto in una nota della Fillea Cgil di Pescara. I manifestanti, a rappresentare i 400 dipendenti della società, chiariscono che l’adeguamento sismico e strutturale potrebbe garantire ai lavoratori edili altri 10 anni di lavoro.

La Toto costruzioni risponde che ha garantito il pagamento degli stipendi delle maestranze dei cantieri per la messa in sicurezza urgente di A24 e A25, pur in una situazione di totale fermo delle attività conseguenti all’ultimazione dei lavori di anti-scalinamento. Sono circa 400 lavoratori impegnati, da luglio, nelle attività del Piano di messa in sicurezza: “Contrariamente a quando ci si aspettava, a tutt’oggi le attività non sono riprese a pieno regime, per via della mancanza di autorizzazioni da parte della burocrazia ministeriale – spiega in un comunicato la società – Così oggi sono solo cinque i cantieri nei quali sono riprese le lavorazioni. La società è vicina e si rende conto della situazione che vivono i propri dipendenti e le loro famiglie. Condivide con le loro preoccupazioni per quanto riguarda l’incertezza legata al futuro. E si auspica che si possa prima possibile riprendere le attività a pieno regime”.

Alla Fillea si sono aggiunte, per la vertenza, altre sigle sindacali, Filca Cisl e la Feneal Uil: “Il ministero dei trasporti ha affermato che l’autostrada sarebbe insicura, per tali ragioni ora deve emanare tutti i decreti e garantire l’apertura dei cantieri, così come Toto Costruzioni e Strada dei parchi devono altresì garantire il pagamento degli stipendi e l’erogazione delle spettanze cassa edile – sottolineano i sindacati – Ai dipendenti interessa portare a casa lo stipendio, consapevoli di svolgere un lavoro utile per le comunità. Sulle 2 autostrade cammina l’economia dell’Abruzzo verso il Tirreno..”.

mariatrozzi77@gmail.com