Scalinamento dei ponti cittadini: spalmata d’asfalto e via!

Sulmona (Aq). Il fenomeno dello scalinamento non interessa solo i viadotti delle autostrade abruzzesi o i ponti più in vista della città, ma anche altre infrastrutture di minor dimensione comunque trafficate.

Premesso, va programmata una controllatina ai fili d’acciaio di ponte Capograssi che potrebbero non essere più tesi come un tempo, ad avviso di qualche ingegnere. Lo scalinamento riguarda anche cavalcavia e corridoi sospesi di ogni angolo della conca Peligna, soprattutto se permettono di attraversare fiumi come il Vella e il Sagittario. Accade ad esempio in via Iapasseri che si formi un impressionante gradino nell’arco di una manciata di mesi e si risponde, al fenomeno, con una spalmata di asfalto. Il ponte potrebbe essere rimasto fermo, ma ai laterali qualcosa è successo. Siamo al sicuro? Nel certificato di salute delle infrastrutture cittadine il ponticello di via Iapasseri, a differenza di  altre strutture come il ponte San Panfilo, con parte delle basi scoperte, in cui è indicato un intervento solo di 34 mila euro circa. Per il ponticello è stato segnalato invece un intervento corposissimo di 238 mila 500 euro, non si sa in base a quale studio e a quali sopralluoghi, se dalla richiesta del certificato alla sua definizione sono trascorsi pochi giorni.

mariatrozzi77@gmail.com