Fondi Bimillenario. Casini: non tradite questo territorio

Hanno dimenticato d’istituire la Commissione scientifica per il Bimillenario Ovidiano, quella che avrebbe dato accesso ai 700 mila euro stanziati solo a fine legislatura, del governo Renzi/Gentiloni, il 29 dicembre 2017. E trascorsi mesi di sotto vuoto (gennaio e febbraio) da palazzo San Francesco ora l’ardire di pretendere dal nuovo esecutivo nazionale i fondi che nessuno del precedente governo ha voluto stanziare se non alla fine e lasciando briciole che gli amministratori depazzo non hanno richiesto in tempo, nei termini

Ovidio Bimillenario foto Maria Trozzi Report-age.com 14.9.2018
Foto Maria Trozzi

A svelare il retroscena è una nota del Meetup Sulmona, ma il primo cittadino Annamaria Casini insiste con una lettera indirizza al ministro della cultura Alberto Bonisoli e all’unico abruzzese al governo, il grillino Gianluca Vacca, sottosegretario. Vorremmo che la ricostruzione pubblico privata s’ingranasse la stessa marcia, quella è stata dimenticata dal 2012, anno in cui cominciarono a stanziare fondi per ristrutturare gli edifici.

“Il Governo deve salvare i fondi e dare seguito alla Legge per il bimillenario ovidiano approvata a fine dicembre 2017 – dichiara in una nota il sindaco – Ho sollecitato nuovamente il Governo affinchè sia costituito al più presto il Comitato Promotore e, contestualmente, sia concessa una proroga in termini di attuazione della norma. Sulmona e il territorio non possono permettersi che vengano persi i 700 mila euro destinati al Bimillenario, necessari per completare un programma di iniziative e interventi i cui effetti dovranno avere a lungo ricaduta sul territorio. Ho inviato, pertanto, questa mattina una lettera al ministro Alberto Bonisoli, al sottosegretario Gianluca Vacca e alla senatrice sulmonese Gabriella Di Girolamo, affinché si facciano parte attiva a favore di questo territorio con azioni concrete. Questa amministrazione è stata sempre in contatto con il mibact (ministero cultura) durante tutto il periodo dell’iter legislativo, continuando a sollecitare in passato la costituzione del Comitato promotore, con diverse note inviate a gennaio (?) e ad aprile scorsi al ministero, quale unico soggetto titolato a programmare e impegnare le risorse. Nulla è stato fatto finora per dare seguito a quanto prescritto dalla legge e da me sollecitato – prosegue Casini – Auspico che non vada vanificato tutto il lavoro portato avanti in questi anni. Al gruppo locale MeetUp si ricorda che compito delle forze politiche e dell’amministrazione è garantire che i territori abbiano le risorse opportune per lo sviluppo. In questo caso specifico parliamo di una legge fatta appositamente per Sulmona al fine di sostenere azioni di sviluppo culturale e turistico. L’allocazione delle risorse in un programma all’altezza delle aspettative dovrà essere compito del Comitato promotore di cui sarà responsabile direttamente un ministro pentastellato – conclude il primo cittadino – Chiediamo che se ne assumano onori e onori, evitando di tradire questo territorio, voltando le spalle ad operatori, associazioni culturali ed amministrazioni che stanno da molto tempo operando con pochissime risorse e tantissimo impegno per dare lustro e riconoscimenti a questa Città e al suo comprensorio”. Eppure, delle iniziative del Bimillenario non abbiamo traccia da tanto tempo.

mariatrozzi77@gmail.com