Montepulciano d’Abruzzo, a Sulmona le radici del futuro

Sulmona (Aq). È in programma il 1° settembre, alle ore 10.30, a palazzo dell’Annunziata  l’evento Montepulciano d’Abruzzo le radici del futuro: cinquant’anni del vitigno che ha cambiato la storia di una regione.

Organizzato dal movimento turismo del vino Abruzzo e dalla delegazione cittadina dell’Accademia italiana della cucina per festeggiare i 50anni della concessione del marchio Doc (Di origine controllata) al Montepulciano d’Abruzzo. “Un appuntamento importante per celebrare un anniversario significativo per il prodotto simbolo dell’Abruzzo: il Montepulciano, ma anche per gettare le basi per nuove collaborazioni mirate a valorizzare maggiormente il vino abruzzese” afferma il delegato di Sulmona e coordinatore territoriale dell’Accademia Italiana della Cucina Gianni D’Amario. Durante la mattinata Federico Perrotta, showman abruzzese, condurrà la conversazione con Nicola D’Auria (presidente del movimento turismo del vino Italia), Gianni D’Amario (coordinatore territoriale dell’Accademia italiana della cucina), Rocco Pasetti (enologo e presidente di Daq vino), Leonardo Seghetti (docente ed esperto di enogastronomia), Marcello Spadone (chef stellato), Antonello Maietta (presidente dell’associazione italiana sommelier) e Mimmo D’Alessio (della presidenza nazionale dell’Accademia italiana della cucina). Al termine è prevista una degustazione del Montepulciano delle cantine che fanno parte del Movimento del turismo del vino.