28enne denunciato per rapina, procurato allarme e interruzione di pubblico servizio

Carsoli (Aq). La scorsa notte ha telefonato al numero di emergenza chiedendo un intervento non dovuto e per conto di altri.

Un 28enne è stato denunciato dai Carabinieri di Carsoli per diversi reati. I militari ora cercano d’individuare altri coetanei del denunciato che potrebbero essere stati coinvolti nella situazione. Intanto il 28 enne carsolano è stato deferito, in stato di libertà, alla procura della Repubblica del tribunale di Avezzano (Aq) per i reati di rapina, interruzione di pubblico servizio e procurato allarme. Al numero di emergenza 118 una voce, giovanile, richiedeva l’intervento dei medici per soccorrere delle persone. Richieste infondate che hanno fatto spendere parecchio alla comunità in termini di disponibilità del servizio d’emergenza, di tempestività nel salvare la vita a chi ha bisogno di essere soccorso e di spesa sanitaria. I Carabinieri della stazione di Carsoli sono riusciti ad identificare un giovane che nella  notte tra il 19 e 20 agosto avrebbe sottratto con violenza  il cellulare ad un conoscente, suo coetaneo, per comporre il numero di emergenza 118, All’arrivo dei soccorsi però, nel luogo indicato non c’era nessunod a soccorrere. I militari dell’Arma hanno informato dell’episodio delittuoso l’autorità giudiziaria provvedendo alla denuncia, in stato di libertà, del giovane identificato. Prosegue l’indagine per verificare se il ragazzo si responsabile di analoghe vicende o vi siano anche altre persone coinvolte.