Pingue: ‘Insediare il comitato delle celebrazioni ovidiane per impegnare i fondi’

Sulmona (Aq). “Dopo l’impegno profuso per il bimillenario di Ovidio è necessario con urgenza costituire nella sua totalità ed insediare il comitato promotore delle celebrazioni ovidiane” interviene in una nota il consigliere comunale Fabio Pingue.

Fabio Pingue foto Maria Trozzi Report-age.com 2017
Fabio Pingue

L’organismo è deputato a procedere alla valutazione dei progetti su cui impegnare i 700 mila euro destinati a Sulmona. Il Bimillenario ovidiano può contare su poche risorse che però farebbero comodo a chi ha investito per l’evento. A rendere disponibili i fondi è una legge del dicembre 2017, annunciata per mari e per monti in Abruzzo. Firmata dal premier Paolo Gentiloni, nata dalle proposte delle senatrici Stefania Pezzopane (Pd) e Paola Pelino (FI). I disegni legislativi delle due parlamentari varcavano il milione di euro come soglia di stanziamento per i festeggiamenti ovidiani e sono stati contenuti nella leggina che ha deluso un po’ tutti i protagonisti e organizzatori degli eventi messi in cantiere per celebrare l’illustre poeta latino sulmonese. “Un invito al sindaco, alla senatrice Di Girolamo per sollecitare tempestivamente  presso i vari  ministeri la conclusione definitiva dell’iter, visti soprattutto i tempi di durata del comitato promotore previsti dalla legge a dicembre 2018 – spiega Pingue – Le preziose risorse, sia pur arrivate in ritardo, sono una straordinaria opportunità per consegnare alle future generazioni qualcosa di tangibile, di alto valore culturale e di forte attrazione turistica – conclude il giovane consigliere – É necessario un ulteriore e portentoso lavoro di squadra di tutti gli attori per valorizzare questo prestigioso riconoscimento”.