Maltrattamenti in famiglia e stalking, interviene la Polizia

Avezzano (Aq). É stato arrestato, nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate, C. D. R. 41enne, pregiudicato, originario di Roma e residente in una frazione del capoluogo marsicano.L’uomo ha aggredito la moglie, in presenza dei figli minori, con l’utilizzo di una paletta di ferro di quelle utilizzate per recuperare la cenere del camino. Un testimone ha chiesto l’intervento della Polizia al centralino (113) e il personale della Squadra volante del Commissariato, giunto sul posto, ha trovato l’uomo in evidente stato di alterazione psicofisica e la donna con tumefazioni visibili. La vittima, medicata in ospedale con una prognosi di 10 giorni, ha dichiarato che da circa un anno subisce queste violenze anche in presenza dei figli,  minori. L’uomo, al termine degli accertamenti svolti dai poliziotti della Squadra anticrimine, su disposizione del pubblico ministero di turno, Roberto Savelli, è stato associato presso il carcere San Nicola di Avezzano. L’arrestato, già sottoposto agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, è stato denunciato anche per evasione perché più volte è risultato assente ai controlli delle forze dell’ordine.

Nei giorni scorsi, è stata eseguita un’ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex fidanzata ad un uomo accusato di stalking. L’uomo, 46enne residente a Celano (Aq), da un anno ha posto in essere numerosi atti persecutori nei confronti della ex con pedinamenti, appostamenti, telefonate e messaggi intimidatori, sfociati in veri e propri episodi di violenza. L’uomo, nonostante il provvedimento di ammonimento del Questore, ha gettato letteralmente nel panico la vittima. La misura cautelare a cui è stato sottoposto, vieta di tentare ogni tipo di comunicazione con la vittima e impone all’uomo di stare lontano dai luoghi abitualmente frequentati dalla donna e comunque tenersi a distanza di almeno cento metri.