Niente più fondi per riparare il muro, vanno alla messa in sicurezza di Frentana e Sannite

Cansano (Aq). Sono 300 mila euro, per riparare un muro sulla provinciale 12 Frentana, a Cansano (Aq), a tenere banco nell’ultima sfida tra amministratori locali. Con una variazione al Piano annuale degli interventi per la viabilità i fondi sono stati, or ora, destinati a mettere in sicurezza le strade Sannite 479 e Frentana. Su queste arterie montane però l’intervento sarebbe già previsto nel programma delle opere pubbliche e quindi, in teoria, già finanziato. A lamentarsi della modifica, a quanto pare decisa dal presidente della provincia Angelo Caruso in modo unilaterale, è il sindaco di Cansano, Mario Ciampaglione. 

Da destra Gerosolimo e Ciampaglione

Alla richiesta di spiegazioni non ci sarebbe stata alcuna risposta del presidente Caruso, spiega Ciampaglione: “Il sospetto è che Caruso abbia agito magari mosso dal risentimento del suo mentore che sembra non gradire il fatto che 9 sindaci dei piccoli Comuni del Centro Abruzzo, tra cui il sottoscritto, abbiano l’ambizione di volere essere una voce autorevole nel centrosinistra regionale, in antitesi al civismo/accentratore gerosolimiano” così il primo cittadino si riferisce al consigliere regionale Andrea Gerosolimo che ha fortemente voluto il sindaco di Castel Di Sangro, Caruso, alla presidenza dell’ente provinciale e si prepara alla regionali. A chiedere un chiarimento sulla deviazione dei fondi è stato anche il consigliere provinciale e sindaco di Acciano Fabio Camilli che agginge: “Il presidente Caruso non rispetta le istituzioni e fa appello alla sola forza politica per far passare decisioni molto discutibili. Ricordo al presidente che prima di fare variazioni è naturale farle approvare dalle commissioni che in questo caso non sono state avvisate e di conseguenza non si sono potute esprimere”. I lavori del recente consiglio provinciali sono stati sospesi: “Non è tollerabile l’atteggiamento di arrivare comunque al voto contando solo sull’appartenenza politica e sulla forza dei numeri per avvalorare decisioni importanti che devono passare per le apposite commissioni”.

mariatrozzi77@gmail.com