Festival del cinema naturalistico e ambientale a Pescara con la Fanfara dei Carabinieri

Pescara. Da Gioacchino Rossini alle colonne sonore di Ennio Morricone, passando per Franz von Suppè, George Gershwin e Astor Piazzolla con la  Fanfara dei Carabinieri di Roma, domani alle ore 21 all’Arena del mare per la giornata conclusiva del 18° Festival internazionale del cinema naturalistico e ambientale.

Dopo le piazze di Penne (Pe), Silvi (Te) e Avezzano (Aq), la manifestazione raggiunge Pescara. É stata posticipata la serata delle premiazioni, dei migliori documentari in concorso, condotta da Osvaldo Bevilacqua e bisognerà attendere metà settembre, i riconoscimenti saranno assegnati al Teatro del mare di Pescara. Domani, a dirigere la Fanfara dei Carabinieri di Roma sarà il Maestro maresciallo maggiore Danilo Di Silvestro che per l’occasione torna nella sua città d’origine. La Fanfara dei Carabinieri di Roma è composta da 45 militari musicisti, provenienti dai conservatori italiani, autentici talenti. Il viaggio nella musica classica e contemporanea, come tradizione vuole, si concluderà con La fedelissima marcia di ordinanza dell’Arma dei Carabinieri, di Luigi Cirenei, e con l’Inno d’Italia di Goffredo Mameli. La Fanfara dei Carabinieri è stata istituita nel 1862 con Regio decreto e si è esibita nei più prestigiosi teatri italiani ed esteri. Attualmente sono 6 i reparti dell’Arma che hanno una propria Fanfara: oltre a quella di Roma, anche la Scuola marescialli e brigadieri di Firenze, i Reggimenti a cavallo e i Battaglioni di Milano, Napoli e Palermo.