Principio d’incendio ai piedi del Morrone, torna l’incubo

Sulmona (Aq). Intervento dei Vigili del fuoco di Sulmona poco prima delle ore 18 per un principio d’incendio alle falde del Morrone, il monte andato in fumo per oltre 20 giorni la scorsa Estate a fine agosto. É atteso l’elicottero antincendio dei Vigili del fuoco dell’Aquila per evitare il peggio (ore 18.30).

Aggiornamento 1 e 2

Ore 19:25 Dalla Sala operativa, il sottosegretario regionale Mario Mazzocca informa che l’incendio di Sulmona é in bonifica: “Sul posto operano un elicottero regionale, 3 squadre di volontari e una squadra dei Vigili del fuoco”.

Orario e giorno sinistri per il rogo, probabilmente doloso, che risveglia timori mai sopiti in valle Peligna e tanta paura per gli abitanti delle frazioni di Sulmona, ai piedi della montagna sacra a Papa Celestino V, anche perché per i roghi dello scorso anno non ci sono ancora colpevoli e responsabili. Per gli incendi che hanno devastato le montagne, della valle Peligna e dell’Alto Sangro, la procura della Repubblica del tribunale di Sulmona ha aperto diversi fascicoli, riuniti poi in un grande faldone e in un’unica inchiesta. E delle indagini non si è saputo più nulla. La colonna di fumo oggi era visibile, prima delle ore 19, dalla strada statale 17 vicino al sito di uno dei primi focolai del 20 agosto 2017 (la gobba della montagna sacra in località Marane nuove di Sulmona alla cui base fervevano i preparativi per la Sagra della zampanella, poi rinviata).

Il rogo sembra ora sotto controllo rispetto a quanto visto dai testimoni mezzora fa (alle ore 18). L’area dell’incendio è conosciuta come località Il pozzo a Fonte d’Amore. Sta arrivando un elicottero dei vigili del fuoco dell’Aquila per gettare acqua, sul fuoco quasi spento, ed evitare ritorni di fiamma.

mariatrozzi77@gmail.com

Gli incendi dolosi e non di un mese e un anno terribili. Roccapia incendio di Ferragosto 2017 sicuramente c’è la mano di un piromane e qualche testimone racconta di aver sentito scoppiare dei petardi dopo Mezzogiorno sulla fascia esterna della Riserva naturale del monte Genzana. A Pacentro incendio del 19 agosto 2017, nel primo mattino. Marane di Sulmona il 20 agosto 2017 con 3 focolai che divamparono verso le ore 18, un giorno di fuoco con i focolai seminati ovunque, anche in alta quota a Passo San Leonardo al confine pescarese, la mattina e nel territorio di Roccacasale ai piedi del paese, dopo Mezzogiorno. Ancora a Prezza l’incendio divampato domenica 27 agosto 2017 anche per un incidente in autostrada, sui viadotti Peligni e, stessa giornata, in valle Subequana tra Raiano e Goriano Sicoli, il rogo è divampato dopo le ore 14, proprio quando si pensava di aver vinto sull’incendio del Morrone con l’arrivo dell’Erickson dei Carabinieri forestali). A Roccaraso incendi del 4 e 6 settembre 2017, singolare episodio del 5 settembre, in via del Sacco a Pescocostanzo, quando viene ritrovato un candelotto rudimentale (20 cm) sul parabrezza di una Fiat Panda di un artigiano di Pescocostanzo, 49enne. Intervengono gli artificieri e sul caso indagano i Carabinieri comandati dal capitano Domenico Fiorini. Un anno prima è andato in fumo un piccolo fazzoletto di terra in valle Subequana, nel territorio di Goriano Sicoli, concesso per il pascolo ad un allevatore (tra il 23 e il 27 agosto) e il 29 agosto 2016 prende fuoco la pineta di Castel Di Ieri, sempre nell’aquilano.

Incendio ore 18 (immagine ripresa dal cellulare)

Principio d'incendio località i Pozzo 5.8.2018 Report-age.com ore 18

Incendio ore 18.30

Principio d'incendio località i Pozzo 5.8.2018 foto Maria Trozzi Report-age.com ore 18.30

Archivio

Incendio Morrone: primi focolai. Esclusiva 2017