Master in diritto e gestione del territorio. Mazzocca: ‘Esperti sempre più ricercati’

Lanciano (Ch). É stato presentato il master in Diritto e gestione dell’Ambiente e del territorio organizzato dall’Università degli studi di Urbino in collaborazione con la Fondazione di studi giuridici Vincenzo Gentile e l’Ordine degli avvocati di Lanciano, rivolto in prevalenza a laureati in possesso di laurea quadriennale o magistrale, dipendenti delle pubbliche amministrazioni, liberi professionisti iscritti agli ordini e imprese.

“Il diritto ambientale è una disciplina relativamente recente che in questi ultimi anni sta conoscendo uno sviluppo straordinariamente elevato, grazie anche alle peculiarità che rendono gli esperti in questo settore sempre più ricercati – ha dichiarato il sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca –  Il master in diritto e gestione dell’Ambiente e del territorio organizzato a Lanciano, dunque, risponde ad esigenze reali e sempre più pressanti della comunità, nell’ottica di un necessario ampliamento di un’offerta qualificata a discapito di una diffusa improvvisazione nell’approccio alle tematiche ambientali sia a livello regionale che nazionale”. Il master mira a produrre professionalità che sempre più vengono richieste da amministrazioni pubbliche e imprese che intendono contribuire alla miglior gestione delle aree a tutela integrale e alla sostenibilità dello sviluppo, cogliendo tutte le opportunità che la tutela dell’ambiente offre in termini d’incentivi, miglioramento del processo produttivo e di prodotto, competitività nel mercato globale. Oltre all’approfondimento delle tematiche connesse all’urbanistica, edilizia, lavori pubblici e assetto del territorio, nonché alla gestione delle aree protette e tutto ciò nell’ottica europea, nazionale e regionale, è previsto l’inserimento di moduli come economia dell’ambiente, filosofia e psicologia dell’ambiente per rispondere meglio all’approccio olistico che le peculiarità della materia impongono. Il Master in diritto e gestione dell’Ambiente e del territorio è stato accreditato dal Consiglio nazionale Forense e gode del patrocinio del Consiglio degli Ordini forensi d’Abruzzo, dell’Unione interregionale degli Ordini forensi del Centro-Adriatico, di Legambiente, del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e del Parco nazionale della Majella.