Cucciolo cade dal balcone e muore, sul luogo i Carabinieri trovano della droga

Pratola Peligna (Aq). Un marocchino, imbianchino, è stato arrestato (ai domiciliari) con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri sera i Carabinieri della compagnia di Sulmona (Aq) hanno arrestato in flagranza di reato il 49enne pregiudicato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di Marjiuana. Tutto nasce dalla segnalazione di un cucciolo di cane trovato morto dai passanti e segnalato al 112. Sul posto, constatato che il cucciolo era caduto da un balcone, i militari hanno individuato il proprietario di casa e, con il suo assenso, hanno proceduto ad un sopralluogo nell’abitazione. Il cane è caduto accidentalmente, ma il marocchino entrato nell’appartamento con i Carabinieri ha rivoltato la tovaglia del tavolo in cucina, come se volesse sottrarre qualcosa alla vista dei militari e poi aggredendo uno dei carabinieri (10 giorni di prognosi per traumi a braccio e spalla) per guadagnare la fuga. Uscito dall’abitazione è stata subito bloccato e ricondotto alla calma. Dalla successiva perquisizione personale e dell’abitazione, in un barattolo di vetro lasciato nel bagno, sono stati recuperati circa 40 grammi di marjiuana e altre stanze utili per i taglio degli stupefacenti, un bilancino di precisione e ritagli di buste per il confezionamento e alcuni trita-tabacco.