Rimborso del 100% agli agricoltori per danni da fauna selvatica nel Sirente Velino

La commissione europea dà il via libera al rimborso del 100% dei danni provocati dalla fauna selvatica all’interno del Parco regionale Sirente Velino. Ad annunciarlo è l’assessore ai parchi e alle riserve Lorenzo Berardinetti : “Si tratta del risultato di un importante lavoro insieme al servizio verifica e coordinamento per la compatibilità della normativa europea, aiuti di Stato della Regione Abruzzo, alle associazioni di categoria agricole, ai sindaci e al Parco Velino Sirente”.

Parco Gran Sasso
Campo di mais devastato dai cinghiali

Dalla risoluzione del consiglio regionale, proposta da Berardinetti, si è proceduto a notificare alla Commissione europea un regime di aiuto per le imprese attive nel settore della produzione primaria per quanto riguarda i danni alle coltivazioni agricole e forestali e al patrimonio zootecnico, causati da animali protetti. Chiarisce l’amministratore regionale: “Oggi, posso annunciare che la Regione Abruzzo si dota di uno strumento giuridico compatibile con la normativa europea per coprire tutti i danni sino al 100%” per le aziende agricole colpite dal fenomeno. Secondo Berardinetti, la Regione Abruzzo si trova ora nelle condizioni di poter dare una risposta adeguata e concreta alle tante imprese che operano sul territorio del Parco con il duplice obiettivo di assicurare l’attività agricola e garantire le misure di conservazione della natura: “Nelle scorse ore ci è arrivata la notizia della firma dell’autorizzazione per cui finalmente si potrà far fronte ai risarcimenti senza cadere nella scure del de minimis per i danni da fauna selvatica, in primis i cinghiali – aggiunge l’assessore – Ho già chiesto al Commissario che non appena riceverà l’autorizzazione formale da parte degli uffici della Commissione europea dovrà provvedere alle liquidazioni”.