Bando Fare centro, Ranieri (M5s) chiede verità: “Al collasso molti degli imprenditori partecipanti”

Fare Centro o cilecca? Il bando Fare centro, nata con i migliori propositi, sarebbe risultata non adeguata agli obiettivi, la misura sarebbe insufficiente in termini di risorse,  troppo lenta e farraginosa nella fase di erogazione delle somme agli imprenditori che investono nei centri storici a detta del consigliere regionale Gianluca Ranieri M5s che ha bocciato l’iniziativa regionale sostenuta dall’ex assessore alle aree interne, Andrea Gerosolimo.

Gianluca Ranieri Report-age.com 2017
Gianluca Ranieri

Sia riguardo ai contributi sino ad ora erogati: “Sia, in particolare, alle dotazioni necessarie connesse allo scorrimento delle graduatorie, Ranieri indica poco più del 15% della dotazione complessiva, la percentuale di erogazione sino ad oggi riferita alla linea A; zero le somme erogate per la linea B; il fatto che chi ha ottenuto un punteggio al di sotto dei 15 punti, verosimilmente potrebbe non vedere finanziato il suo progetto; impossibilità di apporre correttivi volti, ad esempio, a rendere più snelle ed immediate le fasi di verifica e richieste di integrazioni che, a sentire gli operatori del settore e professionisti che hanno svolto consulenza nella redazione delle domande, sembrerebbero spesso dettate dall’esigenza di nascondere l’assenza di fondi più che a sanare lacune documentali -spiega il consigliere pentastellato – In questo quadro desolante” aggiunge il Consigliere 5 Stelle “si aggiungono le promesse non mantenute delle amministrazioni comunali del capoluogo succedutesi negli ultimi anni, sugli uffici che invece ancora non tornano in centro. É impensabile che il centro storico possa tornare a vivere con i soli commercianti e i pochi residenti che, al contrario, non hanno voluto tradire il proprio passato – conclude Ranieri riferendosi alla giunta regionale – ho dovuto leggere di nuove promesse di posti di lavoro che arrivano, caso strano, a ridosso dei prossimi impegni elettorali. A quanti continuano a creare false aspettative nelle persone, dico di imparare dai propri errori e smetterla di prendere in giro i cittadini. Li invito soprattutto a dire la verità e ad essere chiari nelle misure che si adottano, visto che la poca chiarezza del bando Fare centro, sia riguardo i fondi che i tempi di erogazione, stanno portando al collasso molti degli imprenditori che a quel bando, descritto come la panacea per la città, hanno risposto”.