Quali gestioni efficaci degli impianti sportivi? Il Meetup non la manda a dire ad Angelucci

Sulmona (Aq). Sono ancora nell’aria le dichiarazioni dell’assessore Nicola Angelucci sulle strutture sportive dell’Incoronata: “Un classico di gestioni efficaci in cui si possono praticare l’atletica leggera, il rugby, il tennis ed il nuoto” tanto da spingere il Meetup Amici di Beppe Grillo Sulmona a fare un reso conto sullo stato in cui versano.

“A tale riguardo siamo infatti curiosi di conoscere in base a quali documenti l’assessore possa aver rilasciato tanto approssimative dichiarazioni, poiché, dalle informazioni e soprattutto dagli atti in nostro possesso, risulta che, per esempio:

1) l’affidamento dell’allora unico campo da tennis coperto del complesso sportivo dell’Incoronata, affidato con delibera di giumta 176 del 3/6/2010, é scaduto il 31 ottobre 2010 e magari vorremmo sapere in base a quale atto sia stato affidato allo stesso gestore privo di titolo anche l’altro campo da tennis coperto costruito dal Comune pochi anni fa, accanto all’esistente.

2) Per la gestione del campo da rugby, risulta una gara nel 2013 per la stipula di un contratto decennale ad un canone ridotto, contratto mai effettivamente sottoscritto dall’unica società che vi partecipò, con una Convenzione in imminente scadenza.

3) Ci sarebbe poi una pista di pattinaggio mai messa in funzione, anzi lasciata in totale abbandono e, quindi, inservibile. A Scanno, ad esempio, si sta svolgendo in questi giorni il Campionato Nazionale di Pattinaggio a rotelle e sono attesi 1500 atleti! Sarebbe in grado la struttura di Sulmona ospitare eventi sportivi di tale portata?

4) Per quanto concerne la pista di atletica, il cui bando scadrà quest’anno, sono stati predisposti gli atti per il nuovo Bando di gara o, come spesso accaduto, si andrà oltre termine, in regime di dubbia legalità?

5) La gravosa situazione della palestra Pluriuso Nicola Serafini con annessi locali ristorante e 150 mq di alloggio del custode, tutt’ora detenuti da una società commerciale condannata al relativo rilascio. Il 1 giugno 2015 é stato accertato sal tribunale danni per 100 mila euro e 100 euro di penale per ogni giorno di mancato rilascio dei beni per oltre di 190 mila euro. La convenzione per la custodia é scaduta i 30 giugno 2012.

Se, l’assessore Angelucci, già assessore nella giunta Centofanti e per 5 anni in quella di Federico (proprio gli anni in cui vennero redatti quegli atti di affidamento in cui furono indette le gare), può affermare la virtuosità nella gestione degli impianti sportivi dell’Incoronata ma dovrebbe anche spiegare se vengano o no incassate, dal Comune, le somme per locazioni di queste strutture, come di altre pubbliche. Se così non fosse, chi risponderebbe del mancato incasso?”.