Sabato riaprirà al transito veicolare viale Stazione

Sulmona (Aq). Si avviano alla conclusione gli interventi su viale della Stazione per il rifacimento della rete idrica e fognaria e la realizzazione ex novo del collettore acque bianche. 

Sabato alle ore 9 ci sarà la riapertura al transito veicolare ad annunciarlo sono l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Nicola Angelucci e il Presidente della Saca spa Luigi Di Loreto in una nota congiunta: “Gli interventi, attesi da anni dalla cittadinanza, lungo viale della stazione, sono stati consegnati lo scorso 16 aprile per terminare, secondo contratto, il 28 luglio. Ad oggi sono stati eseguiti ed ultimati i lavori di posa in opera della condotta idrica e delle reti fognarie principali oltre al ripristino degli scavi con rifacimento dell’asfalto, nel tratto compreso dall’incrocio con via Zappanotte fino al civico n 25. Come previsto, la Saca sta provvedendo ad effettuare gli allacci alla nuova rete idrica, al termine dei quali potrà essere riaperta la strada al traffico. Continuerà, intanto, ad essere garantito l’accesso per i residenti e per i clienti delle attività commerciali e professionali situati lungo la strada.  Il ripristino definitivo del manto stradale verrà effettuato non prima del mese di settembre, al fine di consentire un migliore assestamento dei tratti interessati dagli scavi – precisano Angelucci e Di Loreto – I lavori per 400 mila euro (cofinanziamento Comune e Saca, stazione appaltante, secondo Accordo di programma) sono stati eseguiti dalla Società Riccardo Cianfaglione srl.  Il cantiere è stato diretto dal geometra Mirko Cianfaglione, mentre la direzione e la progettazione dei lavori sono state condotte daVincenzo Toti e dal p.i. Salvatore Zavarella, il coordinamento della sicurezza è stato affidato al geometra Luca Colaiacovo, responsabile unico del procedimento sono il geometra Fabrizio Paolini e l’Ing. del Comune Fabrizio Petrilli. Un ringraziamento particolare va a tutti i residenti e titolari di attività  che hanno saputo convivere e collaborare in maniera proficua durante questi mesi. Siamo sicuri che ne è valsa la pena se si considera che quest’opera era attesa da tanto tempo”.