La piccola Smeagol torna al mare ad accompagnarla Ermione

Dopo Bilbo, 31 kg di salute per la tartaruga marina che dal 29 aprile nuota libera al largo di Pescara, lunedì 9 luglio sarà la volta della piccola Smeagol che ad oltre un anno e mezzo dallo spiaggiamento, è tornata in ottima forma grazie alle cure del Centro recupero tartarughe marine Luigi Cagnolaro di Pescara. La piccola potrà finalmente tuffarsi nelle acque limpide dell’Adriatico, all’altezza dell’Area marina protetta Torre del Cerrano, in provincia di Teramo.

Photo Evaristo Sa (Photo credit should read EVARISTO SA/AFP/Getty Images)

La Caretta Caretta Smeagol deve la vita al Centro studi cetacei presieduto da Vincenzo Olivieri che il 27 ottobre 2016 l’ha recuperata sulla battigia antistante Torre del Cerrano, unica viva tra 22 esemplari spiaggiati in quei giorni sul litorale abruzzese a causa di una mareggiata. Le sue condizioni al ritrovamento erano disperate a causa di una Debilitated turtle syndrome. Per la grave malnutrizione che ha comportato una lunga serie di conseguenze, il suo percorso di recupero e riabilitazione presso il Centro Recupero gestito dal Centro Studi Cetacei è stato particolarmente lungo. Al recupero la tartaruga pesava un chilo e 35 grammi per 24 centimetri di lunghezza. Oggi pesa quasi 3 chili, si stima abbia tra i 3 e i 4 anni (il sesso è indeterminato, perché è troppo giovane per stabilirlo) ed è sempre vivace ed affamata. Il suo ritorno nel mare blu è il risultato della collaborazione tra Arta Abruzzo, Centro Studi cetacei, Amp Torre del Cerrano e Guardia costiera. Lunedì prossimo dalle ore 10, i visitatori potranno conoscere Smeagol presso l’info-point di Torre Cerrano, accompagnati dalle guide del Cerrano e del Borsacchio che risponderanno alle curiosità. Il rilascio in acqua è previsto verso le ore 11. La motonave Ermione dell’Agenzia regionale per la tutela ambientale attenderà la piccola Smeagol attraccata al campo boe dell’area del Cerrano e, una volta a bordo, l’imbarcazione scortata dalla Guardia costiera la tartarughina  a circa 3 miglia dalla costa dove Smeagol potrà rituffarsi e nuotare libera verso la sua nuova vita. All’evento interverranno Oliveri del Centro studi cetacei, il direttore generale di Arta Francesco Chiavaroli, il presidente e il direttore dell’Amp Torre del Cerrano Leone Cantarini e Fabio Vallarola, il comandante Pasquale Santoriello dell’ufficio marittimo locale di Silvi, il sindaco di Pineto nonché presidente dell’associazione Guide del Cerrano Roberto Di Giandomenico e il sindaco di Silvi Andrea Scordella. In mare opereranno in sinergia il personale specializzato di Arta, i biologi e veterinari volontari del Centro Recupero “Luigi e Cagnolaro” e l’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera.

mariatrozzi77@gmail.com