Indennità non dovute. Salutari ‘Sto restituendo’. Dubbi all’opposizione

Castelvecchio Subequo (Aq). Non demorde l’opposizione consiliare che anche nella più recente assise civica ha sottolineato la posizione del primo cittadino Pietro Salutari che percepirebbe parte d’indennità non dovuta e questo già nel 2017 e per i primi mesi del 2018.

Aggiornamento

Salutari ha dichiarato in consiglio che sta restituendo le somme, ma la minoranza nutre qualche dubbio e chiarisce che, ad oggi, nessun atto amministrativo lo dimostrerebbe. In breve il sindaco di Castelvecchio avrebbe continuato a percepire l’indennità prevista per chi è guida amministrativa di paesi con popolazione superiore ai 1.000 abitanti. Castelvecchio Subequo, dal 2015 è sotto i 1.000 abitanti. Si parla di circa 440 mensili di differenza rispetto agli 893 euro che Salutari dovrebbe percepire contro i 1.333 euro. In aula consiliare il primo cittadino ha dichiarato che starebbe restituendo le somme. “Né quanto emerso già nello scorso consiglio è stato riportato in delibera, come pure non è stato riportata in delibera l’approvazione di quanto esposto dai consiglieri di minoranza in merito alle proprie indennità per le quali hanno chiesto la rinuncia e l’istituzione di un apposito capitolo per devolverle in favore di un progetto specifico – chiariscono i consiglieri di minoranza, Sonia Angelone, Carmine Amorosi, Fidio Bianchi, Andrea Padovani e Berardino Musti (consigliere indipendente) – Infine, aspettando gli atti formali, esprimiamo soddisfazione per la restituzione delle somme, ma questa non passi come un atto di generosità quanto invece per un fatto di restituzione di somme percepite illegittimamente”. In discussione, nella recente seduta, anche l’approvazione del bilancio consuntivo. La minoranza con un articolato intervento del consigliere comunale Bianchi ha espresso preoccupazione per il bilancio poiché l’avanzo sarebbe costituito completamente dai residui, somme per le quali non è stata confermata l’esigibilità o in odore di prescrizione come rilevato nella relazione dal revisore dei conti.

mariatrozzi77@gmail.com