L’Asilo torna ad essere Isola Felice, risolto il problema mensa

Sulmona (Aq). Torna ad essere un’isola felice il nido per i piccoli, dagli 11 mesi ai 3 anni, delle prime 2, già riversate, delle 4 classi che a luglio saranno tutte trasferite nell’asilo di via L’Aquila. Un centinaio di famiglie ritrovano la serenità perché i giovanissimi potranno tranquillamente mangiare nella struttura del quartiere Cappuccini grazie ad un’accordo raggiunto tra l’amministrazione comunale e la cooperativa Nuovi orizzonti sociali. Per scongiurare l’interruzione del servizio, le scorse settimane, si era mobilitata Italica con un intervento di Alberto Di Giandomenico, portavoce del Movimento.

Non dovranno pagare extra, non ci saranno tagli di orari e sarà garantito anche il campo scuola estivo per i piccoli perché il servizio mensa sarà fornito grazie alla cucina della scuola Capograssi di via Dalmazia messa a disposizione della coop che gestisce l’asilo Isola Felice e che proprio lì preparerà i pasti poi trasportati in via L’Aquila. Sensibile alla questione il Movimento Italica, identità e territorio si è schierato dalla parte dei genitori e, in un accorato appello, il coordinatore Di Giandomenico ha chiesto ai vertici del Comune, il 25 maggio, di trovare una soluzione che non importasse ulteriori sacrifici per i genitori dei bambini penalizzati dall’interruzione del servizio mensa come conseguenza dell’avvio dei lavori di adeguamento del nido. Soddisfatto, Di Giandomenico sottolinea comunque che dietro questa situazione, risolta, tantissime altre attendono una soluzione: “La comunità sta vivendo un periodo buio. Anche per le questioni più semplici si creano disagi e problemi alla cittadinanza. Occorre rimettere davvero in moto la macchina amministrativa e con determinazione affrontare i problemi che soffocano questo territorio così come farebbe una qualsiasi persona alla guida della città”.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Appello di Italica per garantire il servizio mensa ai piccoli di Isola felice