Val Pescara: Chicchi di Grandine come Noci

Val Pescara. Grandine e pioggia, nel primo pomeriggio, hanno creato non pochi disagi in val Pescara.

La Natura si ribella e molti terreni disboscati e, solo in parte, coltivati sono franati. Un fiume di fango rovinoso finito nel fiume Pescara. L’inferno insomma tra Castiglione a Casauria e Torre de Passeri, oggi pommeriggio è stato come assistere alla fine del mondo. La grandine piombata a terra ha sbiancato il suolo cadendo con una tale forza d’ammaccare le carrozzerie delle auto e scalfire i pavimenti. Una sorta di onda ha travolto orti e coltivazioni che hanno ceduto sotto la morsa del maltempo. Fortunatamente non si registra alcun ferito, ma case e interi quartieri sono allagati anche a Torre e si teme una replica della bomba d’acqua. Le colline spelacchiate, per mano dell’uomo, e le strade arrangiate sulle alture con poca sicurezza oggi si sono fatto sentire. Le immagini parlano da sole. Pioggia ai confini con la provincia dell’Aquila e qualche tuono innocuo.

mariatrozzi77@gmail.com