Federico Versus Ecologisti. Ambientalisti assolti anche in Appello

Nemmeno a dirlo, assolti anche in appello gli ambientalisti che il 10 dicembre 2011 manifestarono su via Mazzara, dinanzi al Municipio, per chiedere all’allora sindaco di Sulmona, Fabio Federico, di prendere posizione verso il progetto Snam Rete adriatica e di convocare un consiglio comunale per deliberare un atto di negazione dell’Intesa a supporto della Regione Abruzzo, ai tempi, amministrata da Gianni Chiodi e praticamente indifferente all’opera, tanto da disertare alcune delle conferenze di servizi decisive per evitare l’impianto. 

No Snam Foto Trozzi L'Aquila Report-age.com 2014
Foto Maria Trozzi

Da anni il gruppo ecologista si oppone pacificamente alla realizzazione del progetto Snam e da un mese sono stati avviati i carotaggi per la costruzione della centrale di spinta del metano a Case pente mentre per il metanodotto Sulmona Foligno, uno dei 5 lotti del mega progetto Rete adriatica, si è in fase finale di autorizzazione. L’infrastruttura definita strategica dal governo nazionale per l’approvvigionamento anche italiano di gas naturale sarà però impiegata per il trasporto del metano a Nord per venderlo all’Europa. La multinazionale dal 14 marzo già vende il metano alla Svizzera. Con parziale modifica della decisione di primo grado, emessa dal giudice di pace Gianna Cipriani, in appello il giudice Marco Billi ha assolto i 4 pacifici attivisti e modificato parzialmente la sentenza del giudice di pace, ma comunque condannando a pagare l’ex sindaco Federico, anche le spese processuali (2 mila euro ciascuno), in tutto quasi 20 mila euro. Dopo la manifestazione del 10 dicembre 2011 il leader locale del Comitati cittadini per l’ambiente, Mario Pizzola, e gli ecologisti Carlo Alicandri Ciufelli, Egle Di Camillo e Franco Contucci furono accusati del reato di minacce, ingiuria (depenalizzata) e violenza privata dal sindaco Federico che, il giorno della protesta, sarebbe stato costretto a cambiare strada per la presenza del mini corteo tra via Mazzara e piazza XX. Nel corso della manifestazione, tenuta in concomitanza ad un altro evento, Federico avrebbe sentito pronunciare da questi 4 attivisti delle parole che numerosi testimoni, chiamati in causa in questo lunghissimo procedimento, non hanno sentito pronunciare. A supporto anche un video dove non risulta quanto denunciato dall’ex sindaco Federico.

mariatrozzi77@gmail.com