L’Estate di Loredana Rutigliano e del suo Romanzo d’esordio

“Madre, moglie di un carabiniere e a sua volta carabiniere” sottolinea il colonnello Antonio Servedio, comandante della Compagnia Carabinieri della provincia dell’Aquila, tra i partecipanti alla prima del romanzo Un’estate di cui è autrice, Loredana Rutigliano, capace di affrontare ogni sfida e di dare sempre il meglio in ogni disciplina.

Loredana-Rutigliano un'Estate Report-age.com 2018

Un'Estate foto Maria Trozzi Report-age.com 28.5.2018
Da sinistra il sindaco Casini e il colonnello Servedio

Donna tenace e incantevole, nata a Torino e Laureata in Scienze politiche, Rutigliano da anni vive e lavora in Abruzzo, riesce a coniugare il suo impegno di madre e moglie con le responsabilità e il lavoro nell’Arma aggiungendo un vivo interesse per la letteratura. Ha carattere tanto da  emozionare con un tocco fermo e uno stile piacevole nell’esposizione del testo. Questa storia non ha eroi, spiega, ma nei suoi piccoli e impegnativi personaggi c’è una continua lotta interiore che li rende protagonisti, ciascuno per la propria parte, soprattutto quando è in discussione ogni certezza e tutto attorno vacilla. La guerra sta per prendere ogni cosa. “Più che un’Estate, l’Estate” sottolinea il comandante Servedio. L’ultima brezza dell’alleanza tra tedeschi e italiani costringe a scelte e passi mai immaginati sino a quel momento. Infermiere e forze dell’ordine sono le categorie che più affascinano l’autrice che fa vivere questi ruoli in una capitale non ancora dilaniata, ma già terra di nessuno, immersa nel tramonto del sogno e della speranza. Il periodo storico è di transizione, il racconto è ambientato nel 1943. É tutto da leggere questo romanzo d’esordio di Loredana Rutigliano che affida ogni dettaglio all’accurata ricerca storica. Al contempo l’autrice riesce ad ordire una trama, della psiche, su cui intesse le storie del racconto. Una trama che traspare sul finire e che lega ogni momento di lettura. Gli studenti del Liceo Classico Ovidio di Sulmona, guidati dai consigli della professoressa Sabrina Cardone, si fanno interpreti appassionati dei brani letti all’uditorio e riescono a stupire anche il colonnello Servedio che si complimenta con loro.

mariatrozzi77@gmail.com