Rapinano un coetaneo in pieno centro: giovani arrestati

L’Aquila. Due 23enni, un aquilano e un teramano, responsabili di rapina, lesioni e minaccia sono stati arrestati dai poliziotti della Squadra volante, ieri notte. 

Al centralino è stata segnalata un’accesa discussione, in un noto locale del centro cittadino, tra 2 giovani ubriachi e il gestore. I ragazzetti importunavano gli altri avventori e pretendevano di fumare all’interno del pub costringendo il proprietario ad intervenire invitandoli ad uscire. Uscendo i ragazzi hanno minacciato di dare fuoco al locale e di farlo chiudere. Sul posto, giunta la volante, un ragazzo sotto shock ha riferito di aver subito proprio a 2 passi dal locale un’aggressione di 2 uomini che senza alcun motivo lo hanno colpito in volto con dei pugni e gli hanno rubato il giubbotto con il portafogli. La precisa descrizione degli aggressori resa dal giovane e quella coincidente del gestore e dalle persone presenti nel locale sui 2 ubriachi ha consentito di rintracciare i ragazzetti, con l’ausilio di una seconda volante nei pressi del parco del Castello. I due, alla vista dei poliziotti, hanno tentato la fuga, ma sono stati fermati e accompagnati in questura arrestati per rapina, in concorso tra loro, nonché denunciati per lesioni e minacce.