Dai domiciliari al carcere, litiga con il vicino e perde il controllo di sé con la Polizia

Avezzano (Aq). Nel pomeriggio di ieri la Squadra volante della Polizia ha proceduto all’arresto di un 32enne, di etnia rom già agli arresti domiciliari, questa volta responsabile dei reati di resistenza, lesioni e minaccia a pubblico ufficiale e ancora danneggiamento e violazione della misura degli arresti domiciliari. 

Il giovane fuori dalla sua abitazione, forse ubriaco, ha perso praticamente il controllo discutendo con un vicino di casa. E quando sono arrivati glia genti, il 32enne se l’è presa anche con loro. Prima di essere tradotto in carcere, l’aggressore è stato accompagnato all’ospedale del capoluogo marsicano, ma al pronto soccorso non ha rispermiato nemmeno il personale medico durante la medicazione dei tagli che si sarebbe procurato frantumando un vetro, mentre litigava col vicino. Anche in ospedale l’arrestato ha offeso pesantemente gli infermieri e poi colpito un operatore del pronto soccorso. Dopo le cure l’uomo è stato finalmente associato presso la Casa circondariale San Nicola di Avezzano.