Soluzione per recupero delle tasse sospese. Biondi non si fida e attende l’ufficialità

L’Aquila. “Apprendo con piacere dell’impegno del sottosegretario alla presidenza del Consiglio e commissario per la ricostruzione, Paola de Micheli, circa l’applicazione del de minimis a 500 mila euro con contestuale riconoscimento di tale soglia a titolo di franchigia per il recupero delle tasse sospese a seguito del sisma del 2009”. A dichiararlo è il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.“Colpisce favorevolmente poi il cambio di passo del governo uscente che, qualche mese fa, era rigidamente bloccato su posizioni diametralmente opposte con ciò a significare che la battaglia combattuta in questi mesi ha centrato l’obiettivo – aggiunge il primo cittadino – Agli annunci devono seguire i documenti e gli impegni ufficiali. Le istituzioni pubbliche parlano, infatti, attraverso provvedimenti scritti. Il Comune ha finalmente riconquistato centralità nell’interlocuzione con gli organismi nazionali ed europei, a differenza della precedente amministrazione. Così va letto l’impegno formale a ricontrattare i parametri della decisione finale del 2015, già assunto da Margrethe Vestager, commissario europeo per concorrenza della Commissione europea, dopo i miei solleciti nella missiva del 20 aprile”.