Spacciatrici di sostanze stupefacenti, in 2 finiscono in manette

Pescara. Ieri sera i Carabinieri del Nor (Nucleo operativo e radiomobile) hanno arrestato nella flagranza e in concorso di reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti le sorelle Silvana Di Rocco, 45enne e Virginia Di Rocco, 49enne, quest’ultima responsabile anche di resistenza a pubblico ufficiale. 

Nello specifico i militari sono andati a casa, nel quartiere Rancitelli, per la sospensione provvisoria di misura alternativa e contestuale trasferimento in carcere della giovane, provvedimento emesso dall’ufficio di Sorveglianza di Pescara. Alla porta, non immaginando di trovarsi di fronte i militari, la sorella maggiore ha quasi sbattuto la porta in faccia ai militari. Uno dei carabinieri si è guadagnato l’accesso nell’appartamento. Così la 49enne si è precipitata alla finestra della cucina per disfarsi di un involucro, ma i Carabinieri sono riusciti a bloccarla e recuperare 22 grammi di eroina e 2,5 grammi di cocaina. Dalla perquisizione domiciliare sono stati recuperati un bilancino elettronico di precisione e 1.175 euro in contanti forse provento di attività illecita. Le sorelle sono state tradotte presso la casa circondariale di Chieti, in attesa di udienza di convalida.