Ricercato per omicidio fa richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno all’Aquila

L’Aquila. Lo stereotipo dell’Italia con pochi controlli, Paese in cui se la passano bene i malfattori, non ha funzionato per un ricercato per omicidio doloso, di nazionalità pakistana, che si è presentato all’ufficio Immigrazione del capoluogo di regione per rinnovare il permesso di soggiorno, rilasciato dalla Questura di Caltanissetta nel 2015.

Già dai primi accertamenti, eseguiti anche attraverso gli archivi elettronici dell’Interpol, è risultato che dal rilascio del primo permesso di soggiorno il pakistano ha trascorso dei lunghi periodi all’estero rientrando in Italia solo per chiedere il rinnovo. Approfondendo le verifica, gli agenti hanno riscontrato che il pakistano è ricercato in ambito internazionale a fini estradizionali perché destinatario di un mandato di cattura per omicidio doloso, in concorso, commesso nel suo Paese di origine. A confermare è stato anche il servizio Interpol pakistano. Così ieri i poliziotti, diretti da Franceschina de Dominicis, commissario capo della Polizia di Stato, hanno proceduto (artt. 715 e 716 del codice di procedura penale) all’arresto del migrante dopo averlo prelevato dal domicilio dichiarato nella richiesta di  rinnovo del titolo.

mariatrozzi77@gmail.com