Bioeconomia: in Abruzzo a lanciare la sfida è Alessandra Colaiacovo

Pratola Peligna (Aq). Meno gas serra e più riciclo, chimica verde e corretta gestione dei rifiuti, a lanciare La Sfida della bioeconomia in Italia è Alessandra Colaiacovo, esperto in chimica ambientale del Laboratorio analisi Chimicambiente che sabato ha sviluppato l’argomento in un incontro tecnico-scientifico davvero molto partecipato. Grande curiosità per la comunità peligna, nell’area espositiva della cooperativa Vinicola Valpeligna sono intervenuti per seguire i lavori Lorenzo Berardinetti, presidente della commissione regionale agricoltura e l’ispettore superiore di Polizia provinciale Roberto Santilli. 

A fare da contorno all’evento è stata la 37esima Fiera dell’agricoltura, artigianato e commercio organizzata dalla Proloco. “Il convegno ha rappresentato un’ulteriore conferma della rilevanza che le strategie sulla Biobased economy ricoprono a livello internazionale e di come sia necessario elaborare azioni e programmi dedicati coinvolgendo a livello nazionale e regionale tutti gli attori del comparto, stimolando inoltre attività di ricerca, innovazione e sensibilizzazione con un approccio olistico e multisettoriale – dichiara Colaiacovo – il convegno si è posto l’obiettivo di stimolare il dibattito sulla Biobased economy, sulla quale molti Paesi hanno già sviluppato strategie delicate per stimolare il riciclo, ridurre emissioni di gas serra e degli impatti ambientali, generando occupazione e crescita economica”. Nella prima parte del convegno il focus si è concentrato sugli scenari della Bioeconomia in Europa e in Italia per poi spostarsi sul tema delle politiche industriali, delle strategie del comparto della Chimica verde e sulla corretta gestione dei rifiuti in particolar modo nel settore agricolo, illustrando esperienze di ricerca e innovazione in ambito Europeo (La dottoressa Colaiacovo ringraziatutti coloro che con il loro sostegno e partecipazione hanno reso possibile questo evento).