Itinerari d’arte, cultura e fede a Castel di Ieri e Turismo in Linea con l’Ambiente in Abruzzo

Venerdì a Palazzo Strozzi di Castel di Ieri (Aq) si parlerà di itinerari d’arte, cultura e fede in un incontro pubblico a cui parteciperanno diverse autorità della regione Abruzzo e anche il nuovo vescovo della diocesi di Sulmona Valva, Michele Fusco. Nell’occasione sarà presentata la brochure dell’itinerario della ridente località montana che ospiterà l’incontro a palazzo Strozzi, in via degli archi alle ore 17. L’appuntamento culturale in valle Subequana è reso possibile grazie al patrocinio del Comune di Castel di ieri, del Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) e della Sovrintendenza archeologica delle belle arti e paesaggio per la città dell’Aquila  e i comuni del cratere.

Altri interessanti appuntamenti sono in programma in Abruzzo. Tra questi la biciclettata archeologica, cicloviaggio che diventa l’occasione per ritornare nei territori abitati dalle antiche popolazioni italiche dell’Abruzzo. Viteliu’ cicloarcheotour che si disputerà il 15/16/17 giugno prossimi ed  è liberamente ispirato al romanzo storico Viteliu’ di Nicola Mastronardi. Si tratta di un itinerario cicloturistico, unico nel suo genere, che attraverserà le strade e i siti archeologici che testimoniano la presenza di Marsi, Pentri, Marrucini, Peligni, Carricini ovvero quelle popolazioni che si opposero alla dominazione di Roma e coniarono la prima moneta col nome Italia. Durante il cicloarcheotour interverranno l’autore del romanzo Nicola Mastronardi e Palmiro Masciarelli, ciclista professionista e primo gregario di Francesco Moser. Come scrisse Tito Livio, gli Italici ”Furono fatti scomparire, dispersi e assorbiti nell’avvolgente diluvio latino, ma l’ammirazione per l’umano coraggio e la costanza rimane e non vi è luogo in cui sia espressa più eloquentemente che nelle parole del più patriottico degli storici romani Non fuggivano la guerra ed erano così lontani dallo stancarsi di una difesa anche senza successo della loro libertà, che preferivano essere conquistati piuttosto che rinunciare a sforzarsi di vincere“. Le visite saranno ad Alba Fucens, Lucus angiziae, il tempio Italico di Castel di Ieri (Aq), il museo e scavi di Corfinio, poi tappe per visitare l’Ercole Curino a Sulmona, il Sito di Iuvanum e il museo a Montenerodomo.

mariatrozzi77@gmail.com