Arresto per spaccio a Pescasseroli, recuperati oltre 100 grammi di cocaina

É stato arrestato un impiegato 41enne, residente a Pescasseroli, sorpreso dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Castel di Sangro (Aq) mentre spacciava cocaina durante l’orario di lavoro.

Il 41enne, S. D. le iniziali, ha approfittato di una breve pausa di lavoro per consegnare circa un grammo di cocaina ad un 46 enne del posto, bloccato poco dopo dai militari dell’Arma con la dose ancora in tasca. I Carabinieri del Nor,coadiuvati da quelli della stazione di Pescasseroli, hanno raggiunto l’abitazione dell’impiegato per una perquisizione. In un garage sono stati rinvenuti oltre 100 grammi di cocaina, sottoposta a sequestro. Nell’abitazione sono stati trovati e sequestrati anche 110 euro, ritenuti provento dello spaccio. Il pubblico ministero di Sulmona (Aq), Aura Scarsella, ha disposto gli arresti domiciliari per l’impiegato in attesa della convalida dell’arresto. Le indagini proseguono per accertare la provenienza dello stupefacente destinato al consumo nella tranquilla località del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e per accertare eventuali coinvolgimenti di altri soggetti.