Ponte Sicuro dall’Adriatico al Tirreno, in strada 502 controllati e 317 punti decurtati

Il ponte del 1° maggio ha visto la Sezione Polizia Stradale dell’Aquila impegnata a vigilare sulla sicurezza degli automobilisti sulla direttrice Adriatico-Tirreno A/24 e A/25, anche con l’attivazione di specifici servizi mirati alla verifica delle condizione psicofisiche dei conducenti, con l’impiego di precursori ed etilometri e la presenza di personale medico dell’ufficio sanitario della Questura dell’Aquila.

Dal 28 aprile al 1° maggio sono stati sottoposti a verifica 502 conducenti, 420 dei quali sottoposti a screening, controllo teso ad accertare lo stato psicofisico di chi si mette alla guida. Le infrazioni complessivamente contestate sono state 195, delle quali 17 per guida in stato di ebbrezza, 19 per mancato utilizzo della cintura di sicurezza, 13 per eccesso di velocità o velocità non commisurata alle condizioni di luogo e di tempo e 4 per l’uso del telefonino durante la guida. Le patenti di guida ritirate sono state 17, con 317 punti decurtati, 4 i fermi amministrativi e 6 i sequestri operati.  Le persone denunciate a piede libero sono state 9. Durante l’operazione Ponte Sicuro sono stati assistiti e soccorsi 41 automobilisti anche rilevando 17 incidenti stradali, 5 dei quali con feriti. L’attività di controllo, coordinata e diretta dal dirigente della Polizia Stradale dell’Aquila, Paolo Cestra, che ricopre anche la carica di presidente di Tispol, Network europeo delle Polizie Stradali, contribuisce fattivamente al raggiungimento dell’obiettivo della riduzione del 50% degli incidenti stradali entro il 2020 come richiesto dall’Unione Europea a ciascuno Stato membro, garantendo specifici assi di sicurezza sulle direttrici di grande viabilità del Paese. La direttrice Adriatico/Tirreno, che attraverso il Gran Sasso e la provincia dell’Aquila, conduce a Roma, costituisce un asse viario sul quale anche nel corso dei prossimi mesi si concentrerà l’attenzione e l’attività di prevenzione e controllo della Polizia stradale.