Uccide il vicino per questioni condominiali e confessa, arresto per omicidio aggravato a Pescara

Pescara. Discussioni, liti, botte e per finire un coltello da cucina per ferire e dare la morte al vicino. Dovrà rispondere dell’accusa di omicidio aggravato Roberto Mucciante 51enne originario dell’Aquila, dopo aver accoltellato il sui dirimpettaio ha telefonataal centralino d’emergenza confessando il delitto. É stato arrestato appena dopo dai Carabinieri del Nor (Nucleo operativo e radiomobile) di Pescara guidati dal comandante Antonio Di Mauro.

Oggi verso le ore 10 l’uomo ha chiamato il Pronto intervento dicendo di aver accoltellato un uomo in via Del Circuito. I militari e i poliziotti della Volante della Questura sono intervenuti. Un equipaggio si è diretto nel seminterrato adibito a garage rinvenendo in posizione prona il corpo esanime di Salvatore Russo, 58enne originario della provincia di Foggia, l’altro ha proceduto al fermo del 51enne aquilano sporco di sangue sui vestiti e sul volto con delle ferite da taglio sulla mano destra. Da una prima ricostruzione dei fatti Mucciante, ha incontrato Russo nel garage e discutendo nel corso della colluttazione gli lo ha accoltellato al torace e al dorso con un coltello da cucina, sequestrato. Tra i 2 non corre buon sangue da tempo, per dissidi personali e vecchi attriti maturati per questioni condominiali. Il corpo del 58enne foggiano,  su disposizione del pubblico ministero, Valentina D’Agostino, sarà sottoposto ad esame autoptico, mentre l’arrestato verrà tradotto presso il carcere di San Donato.

mariatrozzi77@gmail.com