Snam: falso che le centrali di compressione producano particolato fine e ultrafine in quantità molto rilevanti

Sulmona (Aq). La società Snam rete gas intende rettificare alcune informazioni non corrette circolate sul territorio abruzzese in merito alla centrale di compressione che la società ha in programma di realizzare a Sulmona. In particolare si precisa quanto segue: è falso che le centrali di compressione producano “particolato fine e ultrafine in quantità molto rilevanti”.

La società di trasporto del gas naturale sottolinea che: “É noto che i principali enti e istituti di ricerca ambientale nazionali e internazionali considerino le emissioni di polveri di tali impianti pari a zero o comunque talmente trascurabili da essere considerate nulle. Non è un caso infatti che, al netto delle differenze tecnologiche dei motori in questione, nella quasi totalità dei blocchi del traffico delle città a causa dell’elevata concentrazione di polveri nell’aria, le auto alimentate a gas metano possono circolare liberamente.

La risposta dei medici per l’ambiente nelle Osservazioni presentate al Mise.Dai ministeri il problema sulla centrale è sempre stato un altro, in sintesi, la legge richiede un’analisi della qualità dell’aria limitata però alla concentrazione di particolato totale sospeso che non è rilevante a livello sanitario – chiariscono i medici per l’ambiente – Non si considerano purtroppo quelle polveri ultra fini che fanno male alla salute e che comunque vengono emesse” e che in una conca come quella Peligna soggetta al fenomeno dell’inversione tecnica e povera di ricambi d’aria è comunque rilevante (leggi qui). In breve, Nei monitoraggi si tiene conto solo del particolato totale sospeso (Pst) e si esclude purtroppo qualsiasi rilevazione di particolato fine e ultrafine (PM10, PM2,5 e PM0,1) che è prodotto dalla combustione di metano ed è il più dannoso per la salute umana. “Nelle centrali italiane per la valutazione dell’inquinamento atmosferico è richiesto unicamente di misurare il Pst (Particolato totale sospeso con diametro aerodinamico superiore ai 10 micron e sino ai 50 micron) “che peraltro ha scarsa rilevanza sanitaria” così viene indicato nelle osservazioni al ministero delo sviluppo economico redatte da un medico per l’Ambiente.

Centrale Snam nella cava di Inerti Anteprima Report-age.com 2015
Area centrale Snam a case Pente di Sulmona (Aq)