Riunione 19 marzo statale 260 L'Aquila Amatrice Report-age.com 28.3.2018

Statale L’Aquila – Amatrice, Pietrucci: ‘Svolta decisiva, lavori IV lotto entro maggio’

L’Aquila. Passo in avanti decisivo per il IV lotto dei lavori della strada statale 260, meglio nota come L’Aquila–Amatrice grazie al parere favorevole del Comitato regionale di valutazione d’impatto ambientale (Via), presieduto dal direttore della Regione Vincenzo Rivera, una presa d’atto formale dell’ottemperanza del progetto alle prescrizioni del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica). Ora l’Anas dovrà comunicare al ministero delle Infrastrutture il passaggio, dopo di che tutto sarà pronto per l’inizio dei lavori che, assicura L’ente nazionale per le strade, partiranno entro maggio.

Strada provinciale 487 foto 1 Maria Trozzi Report-age.com 2017

“É un grande traguardo che ho l’onore di annunciare per conto della mia parte politica – dichiara Pierpaolo Pietrucci, presidente II commissione permanente territorio, Ambiente, infrastrutture – Ribadisco al riguardo una verità oggettiva: la mia parte politica ha reperito i finanziamenti per tutti e 4 i lotti (fu l’allora presidente della Provincia, Stefania Pezzopane, a inaugurare una porzione di opera) e ha fatto sì che partano a breve i lavori del IV – continua il consigliere regionale – Per quanto riguarda il lotto che rimane, il III, se la legislatura regionale arriverà come auspico a scadenza naturale, i lavori sono nelle condizioni di partire entro il prossimo anno. Si potrà seguire lo stesso metodo di condivisione e dialogo tra le pubbliche amministrazioni adottato per il IV con la supervisione mia e degli amministratori dei Comuni coinvolti. Mi impegno a promuoverlo e seguirlo personalmente. Per il IV lotto le ultime settimane sono state fondamentali, con gli amministratori dei Comuni dell’Alto Aterno ho lavorato alacremente dando coronamento a un impegno e a una consultazione che sono durati anni e che sono stati decisivi nel tempo anche per ottenere le risorse necessarie – conclude Pietrucci – Fondamentale l’impegno di chi per conto degli enti locali e delle istituzioni si è messo a disposizione per la risoluzione di una vicenda burocratica che dura da troppo tempo e con cui, nelle ultime settimane (si sono succedute 4 riunioni, di cui 2 la settimana scorsa fino al decisivo Comitato Via di ieri), ho lavorato gomito a gomito: già detto dei Comuni, cito anche l’Anas nelle persone degli ingegneri Ruocco e Marasco e di Vincenzo Catone, il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga nella persona di Alfonso Calzolaio, l’Autorità di Bacino nella persona di Luciano Di Biase e Francesco Luca per il settore Agricoltura della Regione”.

mariatrozzi77@gmail.com