Trincea gabbioni argine fiume Vella Foto Trozzi 1 Report-age.com 2018 (1)

Collettore turistico, a 3 mesi dai lavori un tratto comincia a cedere

Sulmona (Aq). Una gabbia di pietre per l’argine del Vella non sembra allineata, forse sta cedendo, il tratto non è visibile da via Iapasseri, bisogna raggiungere la sponda del fiume verso Nord per vedere. Siamo andati sul posto e armati di fotocamera abbiamo documentato, in compagnia di un esperto, il problema che si sta presentando ad appena 3 mesi dai lavori per il Collettore turistico.

Aggiornamento

Trincea gabbioni ad Ovest fiume Vella Foto Trozzi 2 Report-age.com 22.3.2018
Stesso punto lato Ovest
Gabbioni rigonfi foto Trozzi Report-age.com 22.3 (1)
Gabbia rigonfia argine Est

Si tratta della messa in sicurezza del costone e dei margini del fiume Vella, l’intervento è finanziato con fondi Fas regionali per la valle Peligna. I lavori dovrebbero ripartire a giorni, ma solo per la parte non soggetta a Variante, ha dichiarato il 6 marzo l’assessore comunale ai lavori pubblici Nicola Angeluicci. Non sappiamo di un eventuale sopralluogo per quanto è stato realizzato, ma a sentire l’amministrazione non sembra che qualcuno si sia preoccupato di verificare la struttura prima di portare avanti i lavori per il secondo lotto. Per l’intero progetto di ampliamento di piazzale Ruggeri, area camper, il finanziamento ammonta a 1 milione e 800 mila euro. Per nstallare le gabbie, primo lotto, sono stati stanziati 400 mila euro.

Materile di risulta ponticello via Iapasseri Foto Trozzi Report-age.com 2018
Materiale di risulta ponticello via Iapasseri

Alberi argine fiume Vella Foto Trozzi Report-age.com 22.3.2018

Piazzale Ruggeri ora sembra più ampio, sarà che decine di alberi sono stati abbattuti e la manciata di sopravvissuti resta in bilico sulla scarpata. Il colpo d’occhio è inquietante e non ci soffermiamo al materiale di risulta ai margini di via Iapasseri, ma all’ammasso di ferraglie e rifiuti elettronici abbandonati da anni nello slargo, trasformando in discarica abusiva anche l’area camper, proprio alla base della scarpata superiore, al cui vertice trema via Turati.

Discarica abusiva area camper foto Trozzi

Trincea gabbioni argine fiume Vella Foto Trozzi 1 Report-age.com 2018 (1)

La discesa a scapicollo continua a rigurgitare terra, legno e pietre, mattonelle in cotto anni ’30 e ’70, scarpe da ballerina vecchio stampo e ogni genere di rifiuto che dalla via sovrastante piombava e cade ancora giù nell’area camper. Non c’è un muro per contenere l’erosione, né se ne progetta uno, il materiale che cade porta a pensare che il sito si è formato nel tempo e da una mega discarica dove i nostri nonni gettavano di tutto. Ad ogni passo e ad ogni occhiata il terreno tradisce la sua origine. I residenti di via Turati poi, lato Sud dello stadio Pallozzi, sono in attesa di un intervento risolutivo sulla strada che cede alla scarpata, sotto c’è l’area camper. Fortuna vuole che per tutto il tempo dei lavori del Collettore turistico l’amministrazione abbia deciso di spostare i camperisti su piazzale Di Bartolomeo vicino al palazzetto dello sport. L’intervento sul fiume Vella comunque ha avuto la precedenza sui lavori urgentissimi per via Turati. Attraversando via Japasseri, sulla porzione esterna al parco fluviale, l’intervento eseguito non ha sicuramente giovato all’ambiente, mancano all’appello non solo decine di alberi, ma decine di specie di uccelli che sulla sponda del fiume trovavano riparo e ristoro, tutte le stagioni. La vertigine sui gabbioni, verso Nord, dà la sensazione che il corso del fiume Vella sia stato leggermente modificato.

L’ultimo gabbione verso Nord sembra scollarsi dal terreno formando una sorta di piccola trincea che sugli altri punti non è presente. Alla base di quest’ultima fascia di rete metallica, piena di pietre, sbuca una condotta nera che dal fiume dovrebbe incanalare l’acqua e condurla, nel cuore del pietrisco oltre la coda del gabbione. L’acqua scorre dalle pietre non assicurate alla rete che dovrebbe fungere da argine del fiume e contenere il dissesto dello strapiombo su cui pesa l’area camper. Abbiamo chiesto il parere di un costruttore per il letto del gabbione (vedi le altre immagini) e sembra proprio che sia sgrottato generando così uno smottamento della gabbionatura in quel punto. Il lavoro è stato eseguito 3 mesi fa.

Le sorprese non finiscono qui. A margine, nella terra spalmata dalle ruspe sino ai gabbioni oltre a pochi tronchi, dei tanti alberi scomparsi, finiscono anche pezzi di asfalto, catrame. Rifiuti che non dovrebbero proprio stare lì.Catrame con arbusti sul terreno argini fiume Vella foto Trozzi Report-age.com 22.3.2018

 

Ciliegina sulla torta, sul letto del fiume inquadriamo 2 carrelli della spesa, di metallo e plastica, roba da museo perché dispongono del sediolino per i bimbi, non a norma e senza il dispositivo per il gettone. Carrelli lanciati sino a quel punto forse da qualche piena del corso d’acqua sopravvissuti ad un supermercato fantasma.

Carrelli della spesa sul fiume Vella Foto Trozzi Report-age.com 22.3.2018

La seconda fase del Collettore turistico prevede una serie di attività di riempimento, realizzazione di box camper, gazebi e fabbricati a servizio, finalizzato a valorizzare l’area camper per un rilancio turistico locale.

mariatrozzi77@gmail.com

Margine Est fiume Vella Foto Maria Trozzi Report-age.com 22.3.2018
Riqualificazione margine Est fiume Vella: vegetazione decimata Foto Trozzi

Immagini dell’ultima gabbia a Nord

2 risposte a "Collettore turistico, a 3 mesi dai lavori un tratto comincia a cedere"

I commenti sono chiusi.