Libera a Sulmona, studenti d’Abruzzo contro le mafie

Sulmona (Aq). Intera giornata dedicata al ricordo delle vittime delle mafie con una serie di appuntamenti organizzati da Libera, associazione storica a difesa della legalità.

Libera contro le mafie Sulmona Aq Repor-age.com 21.3.2018
Foto Maria Trozzi

Gli studenti delle scuole della regione s’incontrano e confrontano sul tema e al  freddo del parco fluviale ascoltano la testimonianza di Roberta Mauri, figlia di una vittima innocente di mafia, che infonde coraggio ai giovani perché sono il futuro e da loro parte il cambiamento. Senza tediarli troppo. A leggere alcuni nomi delle vittime Francesca La Chioma, dirigente di polizia del Commissariato di Sulmona. Dopo il lunghissimo elenco, il lancio del palloncini. Giusto in tempo per una classe del liceo artistico in ritardo alla manifestazione per concludere un compito in classe dato dall’insegnante proprio oggi. I ragazzi raggiungono poi il vescovado per ascoltare, in diretta da Foggia, l’intervento di don Luigi Ciotti che racconta ai giovani la verità: “Non abbiamo bisogno di cercare verità, ma anche di dirci verità. Oh il 17 aprile a Roma spero ci ritroveremo tutti per continuare a cercare verità e giustizia per Ilaria Alpi e Miriam Hrovatin assassinati 24 anni fa” quando la giornalista 28enne del Tg3 e il suo operatore 45enne vennero uccisi a Mogadiscio (Somalia) erano impegnati a seguire la missione Onu restore hope e cercavano di fare luce su un presunto traffico illecito di rifiuti o forse di armi effettuato dai pescherecci di una società italo-somala. All’esterno della sede del vescovo della diocesi Sulmona-Valva, sulla strada, c’è un piccolo tamponamento di un’auto di servizio delle forze dell’ordine, nulla di grave. Parte dei giovani all’interno sono seduti , seguono interventi e performance dei loro coetanei di tutte le scuole d’Abruzzo, alcuni ascoltano, altri  parlano e sorridono mentre qualcuno sta fisso dinanzi al telefonino. Iniziative come queste, con i tempi che corrono, servono e anche se con un po’ di ritardo consentono a tutti di capirne l’obiettivo, c’è bisogno in questo mondo di giustizia e verità. 

mariatrozzi77@gmail.com