Commercianti centro storico. Italica propone ‘Breve Sosta per gli acquisti gratuita’

Sulmona (Aq). Va presa in grande considerazione la proposta del Movimento Italica sull’istituzione della Sosta per gli acquisti, di una ventina di minuti e gratuita, per garantire fermate di breve durata anche a piazza Garibaldi e far sì che, senza il timore di essere multati, i cittadini si riavvicinino al cuore della città ormai in stato comatoso. Il Movimento cittadino torna sulla questione dei commercianti del centro storico prima che cada il silenzio sulla buriana degli esercenti esasperati dalla crisi, scesi in piazza per manifestare tutto il loro disagio dinanzi ad un centro storico svuotato di ogni cosa, anche di dignità. 

L’amministrazione comunale potrebbe dimenticare l’appello della categoria e il Movimento d’identità e territorio tiene alta l’attenzione sulla vertenza affinché non finisca nell’oblio la protesta che ha portato alla chiusura degli esercizi il primo giovedì di marzo. “Proponiamo per le automobili la possibilità di fermata per poche decine di minuti. Questo permetterà di fare piccoli acquisti o magari di prendere un caffè – spiega il coordinatore Alberto Di Giandomenico – In questi ultimi giorni a piazza Garibaldi sono state elevate delle contravvenzioni per alcune vetture ferme, una manciata di minuti, per degli acquisti interrotti per l’arrivo dei vigili urbani. La Polizia municipale fa il suo dovere, nulla da obiettare, ma le nostre rimostranze sono rivolte all’amministrazione che continua a fare orecchie da mercante sulle richieste degli esercenti che si potrebbero attuare in un baleno se ce ne fosse davvero la volontà. Sono trascorse 2 settimane dalla manifestazione e l’unico provvedimento preso è quello sul decoro urbano, ma le richieste palesate dalla categoria sono altre e da troppi anni inascoltate, nonostante gli incontri e gli appelli – continua Di Giandomenico – Proponiamo anche la riapertura alle automobili della Ztl da piazza del Carmine all’Arco di posta Napoli”. Il movimento insiste su una politica distensiva che attragga i cittadini in centro garantendo spazi e tempi per la sosta gratuita dei veicoli: “Sosteniamo i commercianti del centro storico, vanno aiutati, l’amministrazione non si distragga. Occorre superare i vecchi limiti dettati da esigenze non più rispondenti a quelle attuali. Oggi i disagi sono altri ed è un dovere di chi amministra intervenire efficacemente, non solo di facciata, dinanzi ad una richiesta d’aiuto. Non può essere dimenticata anche questa questione nei cassetti di palazzo San Francesco stracolmi di vertenze minacciate dall’oblio amministrativo. Quando c’è la volontà e l’interesse tutto è possibile e così il ritorno dei cittadini e degli uffici in centro storico”.

mariatrozzi77@gmail.com