Fiab Sulmona: il Pums per rilanciare il centro storico, così arriveranno fondi Ue e la città tornerà a vivere

Sulmona (Aq). Il Piano urbano per la mobilità sostenibile (Pums) è il futuro di ogni Comune che si rispetti che si difinisce a misura d’uomo e che punta ad uno sviluppo sostenibile che porti ricchezza duratura grazie agli stanziamenti previsti dall’Unione europea pert le città verdi del vecchio Continente.

Aggiornamento

Il Pums è stato sperimentato con successo in città 10 volte più grandi di Sulmona e i benefici sono per tute le categorie alle prese con i problemi di crisi economica e di inquinamento ambientale. Non ci credete, basta dare un’occhiata a Lubiana per capire di cosa si tratta. Soprattutto bisogno approfittare dell’occasione di mercoledì quando si terrà un incontro a palazzo San Francesco per valorizzazione la stazione ferroviaria e la bretella e occorre chiedere spazi ciclopedonali anche in città e l’arrivo di carrozze e vagoni comodi che possano consentire di caricare anche le bici. Abbiamo  chiesto all’associazione Fiab Sulmona Bicincontriamoci cosa ne pensa della proposta dei commercianti di rimodulare la Zona a traffico limitato. Gli esercenti del centro storico chiedono che sino alle ore 18 Corso ovidio rimanga aperto al traffico, poi sino alle 20 chiuso come per il week end. Parte della categoria ha manifestato per chiedere al sindaco Annamaria Casini un intervento decisivo per migliorare la vivibilità in centro, garantire eventi ed iniziative che attraggano turisti e acquirenti, ripulire e rinfrescare l’area e migliorare la situazione dei parcheggi garantendo la gratuità per le soste di mezzora. “Spostare di un paio d’ore la Ztl  cosa cambierebbe? – è la riflessione dell’associazione cittadina – Crediamo che sia una proposta inutile e totalmente anacronistica che va contro tutte le esperienze già ampiamente consolidate e sperimentate con successo in tante città – risponde Bicincontriamoci –  Si sa che la pedonalizzazione aiuta il commercio, ma è anche vero che da sola non è sufficiente. Infatti noi spingiamo non tanto per una chiusura del centro al traffico (che pure sarebbe necessaria e sacrosanta) quanto per un progetto, il Pums, che consideri tutte le problematiche e le affronti con l’aiuto di esperti. E ricordiamo che solo mettendo in cantiere un progetto simile si può accedere ai numerosi fondi europei e nazionali che porterebbero ossigeno alla nostra economia. Per completezza condividiamo un interessante articolo sulla città  di Lubiana e sul percorso che l’ha portata a diventare la capitale verde d’Europa nel 2016. E se ce l’ha fatta Lubiana che è grande 10 volte Sulmona, perché non dovremmo farcela anche noi?” concludono dall’associazione.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Cicloturismo, un valore aggiunto per Sulmona, al centro di 4 favolosi Parchi

Fiab ai candidati alle Politiche chiede della mobilità. Obiettivo: -20% di mezzi privati in circolazione