Altri interventi, speriamo risolutivi, su via del Cavallaro e via Don Bosco

Sulmona (Aq). Tra le diverse azioni da intraprendere per via del Cavallaro è stato finalmente programmato il controllo delle acque di scorrimento del sottosuolo, del canale irriguo cementificato e di alcuni tratti delle fogne riguardanti via Don Bosco. Da decenni i residenti attendono una corretta risistemazione dell’intero tratto superpopolato, ma gli interventi che si sono succeduti hanno solo nascosto e non risolto il problema degli allagamenti nelle abitazioni. 

Di queste problematiche per la programmazione degli interventi si è discusso nella riunione tecnica tenuta ieri a palazzo San Francesco, convocata dall’assessore comunale ai lavori pubblici, Nicola Angelucci, alla presenza del presidente della Saca,  Luigi Di Loreto, del presidente del consorzio di bonifica Aterno – Sagittario, Ernesto Zuffada, insieme ai tecnici e ingegneri che negli ultimi 10 anni si sono occupati della strada e delle sue traverse. “É stato un incontro essenziale e proficuo finalizzato ad avere il quadro preciso della situazione e degli interventi necessari da effettuare su via del Cavallaro, interessata da tempo da diverse criticità – interviene l’assessore Angelucci – É stata innanzitutto ricostruita la cartella clinica precisa e dettagliata della strada con l’elenco di tutti i lavori eseguiti negli ultimi anni, individuando problematiche e priorità da affrontare e convenendo nel redigere un programma condiviso di interventi definitivi”. Sotto controllo la rampetta di accesso a via del Cavallaro che, in corso di assestamento, attende un piano d’asfalto. Negli ultimi tempi il punto è stato interessato da fastidiose aperture e chiusure “legate a problemi esclusivamente tecnici di assestamento del terreno a seguito di profondi scavi conferma Angelucci –  Ritengo che confrontarsi in riunioni allargate tra enti e tecnici sia proficuo e utile per analizzare al meglio le situazioni irrisolte da anni e individuare finalmente gli interventi capillari da effettuare”.