Massacra di botte il fratello arrestato

L’Aquila. Nella serata di ieri la Polizia è intervenuta a Tempera, frazione dell’Aquila, nei pressi di una pizzeria dove è stata segnalata una persona a terra picchiata selvaggiamente da un uomo.

Sul posto, gli agenti delle Squadre volante e Mobile hanno ascoltato alcuni testimoni dell’aggressione che hanno descritto un aquilano di 55 anni, identificato e con vari precedenti di polizia, come aggressore. L’uomo a terra, di 49 anni, è stato colpito a calci e pugni dal fratello che dopo essersi allontanato è tornato armato di coltello e ha continuato ad infierire sul corpo del familiare. Solo l’intervento di alcune persone, dalla pizzeria, ha fatto allontanare l’aggressore all’istante. La pattuglia della Polizia è riuscita a raggiungere il 55 enne e i poliziotti hanno  perquisito l’ abitazione recuperando un coltello sporco di sangue probabilmente utilizzato nell’aggressione. Il malvivente ha continuato a minacciare di morte il fratello anche davanti agli uomini in divisa. Il 55enne è stato arrestato e su disposizione del pubblico ministero di turno, Simonetta Ciccarelli, è stato tradotto in carcere, mentre la vittima è ricoverata presso all’ospedale San Salvatore, presenta numerosi traumi, fratture e ferite al volto, al torace ed alla mano.