Da Mazzocca il Comitato evidenzia le contraddizioni di autorizzazioni del progetto Snam

Pescara. Il sottosegretario d’Abruzzo con delega all’Ambiente, Mario Mazzocca, ha convocato, per mercoledì alle ore 12, nella sede del Consiglio regionale in piazza Unione a Pescara, il III e ultimo incontro, aperto agli organi di stampa e di comunicazione, incentrato sulla strategia dei ricorsi differenziati e convergenti verso lo stesso obiettivo No Snam. 

Il Sottosegretario Mazzocca incontra il Comitato Cittadini per Ambiente Sulmona

Si è svolto ieri l’incontro tra il sottosegretario regionale e il comitato cittadini per il ricorso al Tribunale amministrativo regionale contro la delibera del 22 dicembre 2017 del Consiglio dei Ministri per avviare l’ultima fase di autorizzazione della centrale di spinta a Case Pente. “Nell’analisi dettagliata delle 10 pagine della delibera, abbiamo rilevato aspetti ed elementi (documentati) che evidenziano contraddizioni da parte del governo e della società proponente con quanto dispone la procedura  che ha portato all’approvazione della delibera. (Art. 14 quater – 3^ comma L.241/90) – scrive in una nota il comitato ambientalista di Sulmona –  Tali elementi riguardano le alternative proposte, le modalità con le quali sono state condotte le trattative non corrispondenti ai dettami della Corte costituzionale (sentenze n.33  e n. 165 del 2011) e l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio delle aree. Le nostre valutazioni sono state riportate in un documento di 3 pagine con documenti allegati, letto e consegnato al sottosegretario Mazzocca. In questo documento ribadiamo la netta opposizione alla realizzazione dell’opera Rete Adriatic” (metanodotto Sulmona-Foligno e centrale di compressione e spinta a Sulmona)”.