Vertice sulla sicurezza. A Sulmona il Comitato interforze per un Piano di controllo coordinato

L’Aquila. “Stiamo lavorando al miglioramento del sistema di videosorveglianza e insieme alle forze dell’ordine, per  una efficace prevenzione, puntiamo a potenziare campagne di comunicazione sociale a favore della popolazione, coinvolgendo il sistema associativo cittadino” di rientro dal vertice sulla sicurezza il sindaco di Sulmona Annamaria Casini annuncia importanti novità per il capoluogo Peligno dove si terrà il Comitato interforze per l’approvazione del Piano di controllo Coordinato del territorio. 

Annamaria Casini

In Prefettura all’Aquila oltre al primo cittadino Casini, all’incontro sulla sicurezza tenuto stamane, erano presenti il prefetto Giuseppe Linardi, il questore dell’Aquila, Antonio Maiorano, il comandante provinciale dei Carabinieri, Antonio Servedio, il capitano dei Carabinieri Forestali, Irene Sebastiani e il tenente colonnello Francesco Maione del comando provinciale della Guardia di Finanza. “Ringrazio il Prefetto per aver convocato rapidamente questa importante riunione tecnica interforze che ho richiesto in seguito a diversi fatti di microcriminalità accaduti nelle ultime settimane in città e nei paesi del circondario, aumentando la preoccupazione – spiega il sindaco – Ho chiesto il quadro reale sulla situazione riguardante i vari fenomeni di microcriminalità in città e nel territorio e di ottimizzare le attività di contrasto e di prevenzione. Sarà formalizzato il Piano di Controllo Coordinato tra tutte le forze dell’ordine, in maniera strutturata, utile ad evitare sovrapposizioni di tipo funzionale. Il corpo di Polizia locale sarà parte integrante del Piano stesso e il Comune farà la propria parte, al massimo delle possibilità, malgrado le carenze di organico. Stiamo lavorando al miglioramento del sistema di videosorveglianza e insieme alle altre forze dell’ordine, ai fini di un’efficace prevenzione, puntiamo a potenziare campagne di comunicazione sociale a favore della popolazione, coinvolgendo il sistema associativo cittadino”.