Fiesa Confesercenti da Berardinetti: un Tavolo di confronto con le imprese per difendere i prodotti abruzzesi

Ha accolto le richieste e le iniziative proposte avanzando anche l’idea d’istituire un tavolo permanente di confronto, così Lorenzo Berardinetti, presidente della III Commissione regionale consiliare permanente, ha incontrato e ascoltato con attenzione la delegazione di Fiesa Confesercenti d’Abruzzo.

“Le imprese hanno necessità di attrarre il consumatore con una offerta centrata sulla tracciabilità del prodotto e per la tutela e la promozione dei cibi regionali, tradizionali e tipici” anche per questo la delegazione della Fiesa Confesercenti Abruzzo, composta da Vinceslao Ruccolo,  Angelo Pellegrino, Amerigo Baiocco, Giuseppe Ciavalini e Umberto Cirone ha presentato delle proposte e Berardinetti ha assicurato la piena disponibilità. Fiesa chiede la “Modifica legge regionale 14/2016 (Disposizioni in materia di promozione e tutela dell’attività di panificazione in Abruzzo) con la previsione della Giornata del Pane; Azioni di valorizzazione dei prodotti agroalimentari della transumanza, ricerca e sperimentazione sui grani antichi e autoctoni sull’asse della filiera agroalimentare (produttori agricoli, molitori, panificatori e pastai) con la collaborazione scientifica del Crua (Centro di ricerche unico abruzzese) e la facoltà di Bioscienze dell’università di Teramo, iniziativa pubblico/privata per il recupero dello spreco alimentare, nel rispetto della normativa regionale e nazionale, finalizzato alla produzione di prodotti da destinare al consumo umano. Non manca un’azione sperimentale per la valorizzazione del pane e dei prodotti da forno e altri di filiera agroalimentare della transumanza ed una iniziativa congiunta assessorato alla sanità, attività produttive, agricoltura e associazioni di categoria per la divulgazione del Pane a merenda e della Dieta mediterranea nelle scuole di ogni ordine e grado, azioni di sostegno agli esercizi di vicinato per combattere la desertificazione commerciale soprattutto nei piccoli borghi.