No Snam, incontro a Pescara. Mazzocca: Strategia comune Contro Centrale e Metanodotto

Pescara. Poco il tempo a disposizione, ma tutte le forze sono in campo e si stanno organizzando. Oggi nel capoluogo adriatico importante incontro tra il sottosegretario regionale Mario Mazzocca, il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, il vice sindaco Mirella Iommi, i rappresentanti delle associazioni ambientaliste Wwf e Legambiente, Luciano Di Tizio e Giuseppe Di Marco, e Antonio Castricone con i legali che, su diversi fronti, raccolgono dati e preparano il ricorso al Tribunale amministrativo regionale contro la delibera del Consiglio dei ministri del 22 dicembre e per fermare la centrale di spinta del metano cuore pulsante del metanodotto Rete Adriatica. 

Incontro centrale Snam Pescara foto Maria Trozzi Report-age.com 7.2.2018

Il gruppo recupera documenti e informazioni per ribadire in modo efficace le ragioni dell’opposizione delle popolazioni locali e delle istituzioni alla realizzazione degli impianti del progetto Rete adriatica così come previsti dalla Snam che ha sempre rifiutato un confronto vero con gli interlocutori del territorio. Tutti i convenuti, ciascuno per la propria parte, hanno dichiarato che continueranno a battersi in tutte le sedi, sia politiche che giudiziarie, come peraltro fanno da diversi anni e come hanno fatto i sindaci della valle Peligna che hanno incontrato, a ridosso di capodanno, il governo dopo l’intempestiva decisione del consiglio dei Ministri di dichiarare chiusa la procedura amministrativa. Ai comitati sarà chiesto di interessarsi, per la loro parte, al ricorso al Tar, Wwf e Legambiente hanno messo in evidenza l’importanza della battaglia condotta al fine di prevenire un rischio ambientale troppo alto per il territorio, la necessità di garantire l’incolumità pubblica e favorire l’elaborazione di una strategia energetica che non punti sull’utilizzo delle fonti fossili. Il Sottosegretario Mazzocca ha fissato il 16 febbraio il prossimo incontro in cui i partecipanti alla riunione odierna si ritroveranno per concordare modalità, forme, sostanze e tempi di elaborazione del ricorso al Tar, da presentare entro il 10 marzo, avverso la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 22 dicembre scorso che non è stata ancora recapitata al Comune di Sulmona, territorio in cui la multinazionale ha progettato di realizzare la centrale di compressione del gas naturale, fa sapere il primo cittadino Annamaria Casini.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Centrale Snam, Peligni all’oscuro. Parla Lolli presente all’Autorizzazione del Consiglio dei Ministri

Il Governo Autorizza la Centrale di Spinta Snam a Sulmona a 5 giorni dallo Scioglimento Camere

Autorizzazione Centrale Snam: la Delibera del Consiglio dei ministri del 22 dicembre 2017

Ad un passo da Centrale e Gasdotto Snam. Retroscena del Rete adriatica