Skip to content

Strade provinciali all’Anas da tempo deciso dal Ministero e D’Alfonso si prende il merito

Viabilità abruzzese allo sbando con il candidato Luciano D’Alfonso che si prende i meriti del passaggio all’Anas di alcune strade provinciali con un risparmio di circa 30 milioni di euro per la Regione. “Continua la sua propaganda politica travestita da attività istituzionale con dichiarazioni fuori luogo sul passaggio di strade provinciali all’Anas – intervengono dal Movimento 5 stelle perché “Sa benissimo D’Alfonso che il passaggio era già stato deciso dal ministero e a lui non è attribuibile merito sulla questione”. Sul controlli degli ispettori del ministero per l’autostrada gestita dalla società del compare, Carlo Toto, nel 2013 non risulta alcuna ispezione e poche altre negli anni successivi. Questi i dati del ministero delle infrastrutture e dei trasporti sui quali si sofferma il Movimento 5 stelle per l’attività di monitoraggio e controllo sulle autostrade A24 e A25 gestite da Strada dei parchi.

“Dati che confermano le criticità che abbiamo più volte evidenziato – intervengono Sara Marcozzi consigliere regionale e Gianluca Vacca, parlamentare M5S e candidato al proporzionale alla Camera per le politiche 2018. “Quello che emerge è un quadro di controllo ministeriale molto debole, nessun controllo nel 2013, solo 5 ispezioni nel 2014, nel 2015 e 2016, anni in cui il Movimento 5 stelle ha puntato l’obiettivo proprio sulle attività di controllo anche in Parlamento e sono state evidenziate circa 48 non conformità non sanate – continuano i pentastellati – I dubbi sull’elargizione di circa 350 milioni di euro stanziati al gestore di Strada dei Parchi, sotto varie forme, e la scelta nel corso dell’ultima legge di stabilità di raddoppiare la percentuale dei lavori assegnati in forma diretta senza bando pubblico stona davvero tanto. Dubbi che continuiamo a sollevare anche oggi. Il ministero si conferma debole con i potenti e potente con i deboli – prosegue Gianluca Vacca – non riuscendo ad intervenire sull’aumento vertiginoso dei costi per i cittadini che percorrono il tratto, ma consolidando la forza della società nonostante i dati confermino una gestione fallimentare” concludono Vacca e Marcozzi.

Archivio

Passaggio ad Anas di 513 km di strade con un risparmio di 30 milioni di euro, tra queste la 487 per Pacentro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: