Sulmona. Progetto Capograssi best practice per competenze digitali da replicare a livello regionale nei tribunali

L’Aquila. È intitolato a Giuseppe Capograssi, insigne giurista sulmonese, il progetto pilota presentato dal tribunale del capoluogo peligno, anche banco di prova dell’iniziativa, è stato selezionato dalla Commissione di valutazione preposta della Regione Abruzzo, nell’ambito dell’avviso pubblico per il ‘Rafforzamento delle competenze digitali degli uffici giudiziari’ inserito nel Piano operativo Fse 2017-2019. 

Approfondimento

Andrea Gerosolimo

Sono in arrivo 400 mila euro dalla Regione per il progetto,  best practice del Tribunale di Sulmona, destinato ad essere replicato a livello regionale ed eventualmente su scala nazionale. Il progetto mira a snellire i tempi dei procedimenti giudiziari, riducendo l’arretrato e accelerando la tempistica nella definizione delle controversie. Tutto questo al fine di contribuire, in maniera significativa, al miglioramento degli standard di efficienza della giustizia su tutto il territorio abruzzese. Coerentemente con le finalità espresse nell’asse IV (‘Capacità istituzionale e amministrativa’) del  Piano operativo del Fondo sociale europeo, il progetto Capograssi – che nella valutazione della Commissione esaminatrice ha conseguito un punteggio complessivo di 72 su 100 –  prevede, nello specifico, l’ottimizzazione dei modelli organizzativi e gestionali del processo telematico, l’implementazione delle infrastrutture e dei sistemi informatici e  la formazione dei dipendenti degli Uffici giudiziari in materia di digitalizzazione ed informatizzazione (fonte Regioneflash). “Il miglioramento delle prestazioni della pubblica amministrazione rappresenta uno dei cardini del Piano operativo – ha spiegato l’assessore regionale al lavoro e alla formazione, Andrea Gerosolimo – Solo investendo nell’efficienza dei servizi pubblici possiamo perfezionare il sistema di governance, con effettivi e importanti benefici per i cittadini. La somma di 400 mila euro rappresenta un segnale molto forte che viene dato al territorio con l’impegno di replicare, poi, questo progetto negli altri tribunali della nostra regione. Questo progetto, infatti, può caratterizzare in maniera positiva il sistema della giustizia nella nostra regione, rendendo la digitalizzazione dei processi di decisione una best practice da seguire a livello nazionale. É evidente che stiamo lavorando e lavoreremo per la permanenza di tutti i tribunali abruzzesi conclude Gerosolimo.

mariatrozzi77@gmail.com