Orso ucciso a Pettorano sul Gizio, udienza rinviata a marzo

Sulmona (Aq). È saltata questa mattina l’udienza, in calendario davanti al tribunale di Sulmona, a carico del 64enne di Pettorano sul Gizio accusato di aver ucciso un orso bruno marsicano il 12 settembre 2014. Era infatti assente il giudice Marco Billi, titolare del procedimento penale. Se ne riparlerà il 13 marzo.

Michele Pezone Foto Maria Trozzi Report-age.com 2017
Michele Pezone

Il programma rimane quello già previsto per oggi. Nella prossima udienza saranno ascoltati i testimoni presentati dalla difesa e non è escluso che possa essere chiamato a deporre anche l’imputato. Se i tempi lo consentiranno si procederà quindi alla discussione, al termine della quale potrebbe essere pronunciata pure la sentenza, potrebbe  essere necessaria una ulteriore udienza. In questo processo il Wwf è parte civile con l’associazione Salviamo l’Orso, la Lav, Pro Natura Abruzzo e il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm). Laconico il commento dell’avvocato del Wwf Michele Pezone, che tutela gli interessi dell’associazione del Panda: «Prendiamo atto del rinvio e restiamo tranquillamente in attesa dell’udienza di marzo, conservando in pieno il convincimento che verrà fatta giustizia».

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Parte il Processo per l’uccisione dell’Orso di Pettorano sul Gizio

Prima udienza uccisione Orso: Intervista a Pezone avvocato di Parte civile per Wwf e Salviamo l’orso

Orso ucciso a Pettorano: Spararono 2 volte. Ascoltati i Consulenti di Parte Civile