Skip to content

Consumati 8,3 miliardi di tonnellate di Plastica. Ora Basta! Stile di vita ‘zero plastica’

La plastica é il terzo materiale più diffuso sul Pianeta dopo l’acciaio e il cemento. L’emergenza sta assumendo dimensioni impressionanti e bisogna intervenire con urgenza visto che ne produciamo in quantità stratosferiche. 

Gran Sasso valle delle Meraviglie Foto Maria Trozzi Report-age.com 2017

Busta di plastica in area a massima protezione sul Gran Sasso, valle delle Meraviglie Foto Maria Trozzi

Il Wwf Italia sottolinea che l’obiettivo 2030 per ridurre l’uso della plastica e le strategie europee sono troppo lontane e bisogna sforzarsi sin da ora per ridurne l’uso. Dagli anni ‘50 ad oggi, con l’avvio della grande diffusione dell’uso della plastica, abbiamo prodotto 8,3 miliardi di tonnellate di plastica, gettandone in natura circa 6,3 miliardi. È come se ogni abitante trascinasse con sé circa una tonnellata di plastica. Il 79% di questa è finita nelle discariche e in tutti gli ambienti naturali, contaminando aree remote come i ghiacci polari fino alle grandi fosse marine a 10 km di profondità. “Specie simbolo, come tartarughe marine e balene, sono le vittime più evidenti, ma la tossicità dei rifiuti plastici in mare sta contaminando anche le catene alimentari che arrivano fino alla nostra tavola” sottolinea l’associazione del Panda che senza aspettare l’entrata in vigore delle nuove norme fa appello affinché, da subito, tutti possano impegnarsi per adottare uno stile di vita zero plastica. Le alternative ci sono: dalla riduzione degli imballaggi, alle ricariche, al refill di cosmetici e prodotti per la casa (fonte). #zeroplastica

 I numeri della plastica nel Pianeta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: