Skip to content

Nuova legge usi civici, Pezzopane (Pd): può essere la strada per evitare il gasdotto Snam

Roma. “La nuova legge sugli usi civici approvata a novembre 2017 può essere la strada per evitare la realizzazione del gasdotto Snam Rete adriatica – dichiara in una nota la senatrice del Partito democratico Stefania Pezzopane -L’assemblea molto partecipata a Paganica è un nuovo impulso per il ricorso annunciato dalla Regione Abruzzo. Parte attiva deve essere anche il comune di Sulmona, che è soggetto abilitato a presentare ricorso. Snam si deve convincere a rivedere il tracciato e il governo deve ascoltare il territorio”.

Foto Maria Trozzi Giostra D'Europa Sulmona Report-age.com 2017

Stefania Pezzopane

“Il tracciato del metanodotto corre in un territorio a forte rischio sismico” 20 chilometri di condotta del Rete adriatica attraversano, nei pressi dell’Aquila, anche Paganica dove incombono gli usi civici per i tubi della Snam che dovrebbero passare proprio su quelle aree. “É questa una questione da tenere in considerazione, anche alla luce dell’ultima scoperta dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), per cui una nuova sorgente magmatica sotto l’Appenino potrà causare ulteriori eventi sismici. La legge sugli usi civici consente di tenere conto di questo aspetto, della volontà popolare di salvaguardare il territorio- continua la senatrice aquilana – Dobbiamo andare avanti su questa strada. La legge 20 novembre 2017 n. 168 (Norme in materia di diritti collettivi) su cui ho lavorato molto e presentato con il relatore senatore Pd Giorgio Pagliari, a Cese di Preturo, in un’iniziativa promossa proprio dall’amministrazione dei beni separati (Asbuc), qualifica i domini collettivi come ordinamento giuridico primario della Repubblica e ne rafforza la tutela stabilendo l’indisponibilità dei beni, l’inalienabilità, l’indivisibilità e l’inusucapibilità. La mobilitazione è importante, ma sono altrettanto importanti i ricorsi, perché la legge sui domini collettivi stabilisce un vincolo vero e proprio, riconoscendo per quei beni esclusivamente l’uso agrosilvo pastorale ed affini. Sono solo 3 articoli, ma è una legge chiara e forte. Ci sono spazi per bloccare l’opera e riproporre lo spostamento al percorso originario”.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Centrale Snam Autorizzata, il Sindaco di Sulmona si Dimette

Il Governo Autorizza la Centrale di Spinta Snam a Sulmona a 5 giorni da Scioglimento Camere

Centrale Snam alimentata a metano: ecco come Inquina

Ad un passo da Centrale e Gasdotto Snam. Retroscena del Rete adriatica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: