Megalo-Chieti_FtTrozzi_Report-age.com7-6-2014

Comitato Via conferma il giudizio che boccia il progetto Megalò 2

L’Aquila. Resta valida la bocciatura del progetto Megalò 2. Lo ribadisce oggi il Comitato di Valutazione d’impatto ambientale della Regione Abruzzo che con un parere meramente confermativo mantiene la validità del giudizio (2775) espresso il 27 marzo: “Rigetto d’istanza di proroga del Via 1925/2012”. 

La bocciatura era stata messa in discussione con una lettera del titolare dell’area, la Sile costruzioni srl, diffusa i primi di dicembre con l’intenzione di aprire il cantiere  del cosiddetto Megalò2, accanto al fiume Pescara, puntando sul fatto di aver completato, a suo dire, l’argine sul fianco del centro commerciale esistente. Il Comitato Via smentisce quando sostenuto dalla società di costruzioni che in forza di una presa d’atto, con l’annunciato  completamento dell’argine, riteneva di poter avviare i lavori sostenendo di aver condiviso informalmente l’apertura dei cantieri e che ciò rappresenta a tutti gli effetti un superamento dell’emergenza idraulica (…) e di fatto revoca l’ordine di sospensione a suo tempo emesso dal Genio civile. Negata la proroga, al contrario, il procedimento è decaduto e  i Comuni di Chieti e Cepagatti dovranno revocare i titoli edilizi concessi. Così ha chiesto con una diffida, già diversi giorni fa, il Wwf. Stamane l’avvocato Francesco Paolo Febbo e il presidente del Wwf Chieti-Pescara, Nicoletta Di Francesco, hanno rappresentato le istanze ambientaliste nell’audizione dinanzi al comitato di Valutazione d’impatto ambientale per ribadire la posizione dell’associazione del Panda. A supporto delle dichiarazioni espresse, il legale del Wwf e il presidente hanno consegnato alcuni documenti del procedimento in corso al Tribunale amministrativo regionale di Pescara, ultimo passaggio da affrontare “Sapendo che il danno già creato, anni fa, a causa di una normativa regionale illegittima non potrà essere ulteriormente aggravato” concludono dal Wwf Chieti-Pescara.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Cantieri Megalò2 riattivabili con ‘prese d’atto’ e ‘condivisioni informali’. Insorgono Wwf e Confesercenti